2 luglio 2013 - Terremoto Emilia

La scuola che rivive dopo il sisma ne "Il Battito della Comunità"

Ferrara - Domani, mercoledì 3 luglio, alle ore 21.00, allo Spazio Dibattiti della Festa Provinciale del PD al Barco, sarà presentato il docu-film “IL BATTITO DELLA COMUNITA’ - La ricostruzione delle scuole dell’Emilia”, Prodotto dalla Regione Emilia-Romagna.

Al termine, dialogo tra Patrizio Bianchi (Assessore Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro), Piero Lodi (Sindaco di Cento), Angela Poltronieri (Sindaco di Mirabello), Barbara Paron (Sindaco di Vigarano), Paolo Pavani (Sindaco di Poggio Renatico) e Aldo Modonesi (Ass. Lavori Pubblici, Comune di Ferrara) Il film racconta dell'iter di riflessione e riprogettazione, oltre che di ricostruzione, del tessuto scolastico dell'Emilia Romagna, gravemente danneggiato dal terremoto del maggio 2012.

I territori colpiti sono infatti diventati laboratorio di sperimentazione nel campo dell’edilizia scolastica e di un fare scuola innovativo e partecipato: a fronte di oltre cinquecento edifici scolastici danneggiati, ventotto nuove scuole costruite in pochi mesi, trenta moduli provvisori affittati e centinaia di scuole riparate con miglioramento sismico, a Ferrara, come in tutta la regione, si è comunque riusciti a riportare i ragazzi in classe il 17 settembre.

Il film documenta il complicato ritorno alla vita "normale", possibile grazie ad una straordinaria azione collettiva. Il docufilm - che dura 35 minuti - è stato prodotto dalla Regione Emilia-Romagna - Agenzia Comunicazione e Informazione della Giunta Assessorato scuola, formazione, università e ricerca, lavoro. La regia e di Claudia Tosi. Il docufilm è visibile dal sito : www.iltempodellascuola.it

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.