28 settembre 2012 - Ferrara, Cronaca, Economia & Lavoro

Smog e commercio

Ferrara - Il Comune di Ferrara ha incontrato le Associazioni di categoria ieri per un confronto sul piano dei divieti di circolazione nei giorni e nelle modalità previste dall'ordinanza della regione Emilia Romagna per contrastare le concentrazioni di smog (vedi articolo).

Ascom commenta positivamente le prime indicazioni sui provvedimenti in programma: in pratica il blocco della circolazione si limiterebbe alle sole ore pomeridiane e le cinque domeniche di blocco della circolazione da svolgersi con cadenza mensile, a partire da ottobre, verrebbero di fatto limitate nell'impatto negativo sulle attività commerciali.

Le associazioni di categoria hanno infatti ottenuto di evitare la chiusura del centro nei mesi di novembre, dicembre e gennaio, che vedrebbero dunque il libero accesso alle vie centrali della città in momenti tradizionalmente dedicati allo shopping natalizio e poi ai saldi invernali. In pratica dunque le cinque domeniche senz'auto verrebbero concentrate solo tra ottobre, febbraio e marzo, periodi meno vivaci ed interessanti per gli acquisti.

"In un momento così complesso per l'economia ferrarese e per il commercio al dettaglio - commenta i provvedimenti il presidente di Ascom Confcommercio Ferrara Giulio Felloni - era importante definire tutti insieme e con il supporto del Comune una politica di apertura del centro storico al quale bisogna poter accedere il più liberamente possibile, se vogliamo davvero che possa vivere e svilupparsi" sottolinea il presidente Felloni.

Il presidente Fipe, Matteo Musacci, aggiunge "Si tratta di un percorso con il Comune da verificare passo dopo passo, è importante lavorare insieme per il bene di Ferrara e del suo centro".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.