Omaggio a Michelangelo Antonioni

Ferrara – A cento anni dalla nascita del maestro del cinema italiano Michelangelo Antonioni, Ferrara, sua città natale, dedica all’illustre ed amato concittadino una serie di iniziative per celebrarne l’arte e il ricordo.

La città di Ferrara proporrà nella prossima primavera una mostra-evento a Palazzo dei Diamanti, dal titolo 'Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti' (10 marzo al 9 giugno 2013) . L’esposizione, organizzata da Ferrara Arte e le Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, in collaborazione con la Cineteca di Bologna e a cura di Dominique Païni, in cui l'opera del maestro ferrarese verrà indagata alla luce del rapporto con le altre discipline artistiche, dalla musica alla fotografia, dalla pittura alla letteratura, attraverso l'accostamento delle sue creazioni alle opere che lui ha ammirato, che ha scelto di far apparire nei suoi film o che egli stesso aveva collezionato.

Sabato 29 settembre prossimo, invece, tutta la città sarà in festa per celebrare la ricorrenza del centenario della nascita, avvenuta proprio il 29 settembre 1912.

Il programma si aprirà alle 11.30, quando sarà scoperta una targa sul prospetto della casa dove il regista abitò dal 1918 al 1929 in via San Maurelio 10. L’iniziativa è promossa da Ferrariae Decus d’intesa con il Comune di Ferrara, su proposta dell’Associazione “Michelangelo Antonioni”.

A seguire, intorno alle ore 12.00, si svolgerà la cerimonia di intitolazione a Michelangelo Antonioni del piazzale antistante il Conservatorio musicale G. Frescobaldi.

Nel pomeriggio, le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea-Museo Michelangelo Antonioni, Ferrara Arte e il quadrimestrale «Rifrazioni. Dal cinema all’oltre» organizzano, presso la Sala della Musica in via Boccaleone 19, Antonioni Zoom.

L’evento nasce dall’omonimo dossier dedicato al regista e contenuto nel numero di settembre della rivista: “zoomare” sull'opera di Antonioni alcuni pensatori e artisti, ritenuti particolarmente sensibili all’arte del regista ferrarese. Antonioni Zoom intende quindi rompere la forma consueta del convegno e si configura come un appuntamento, multi-media e multi-arte, giocato tra la riflessione e l’azione artistica: un progetto dinamico, dunque, che si articola su più livelli espressivi: racconto, riflessione, teatro, poesia, musica e danza.

Tra gli ospiti della giornata vi saranno la compagnia teatrale Fanny & Alexander, la coreografa Simona Bertozzi, l’autore e regista Carlo di Carlo, l’autrice di libri per bambini Federica Iacobelli, la scrittrice e documentarista Maria Pace Ottieri e il musicista Alfonso Santimone.

Al termine della tavola rotonda, alle 21.30 presso il cinema Apollo, Piazza Carbone 35, si terrà la proiezione de L’eclisse, l'ingresso è gratuito.

Un altro appuntamento d’eccezione sarà la proiezione, sempre presso il cinema Apollo, nell’ambito del Festival di Internazionale, della copia personale di Antonioni di "Professione: reporter" (1975), uno dei capolavori della maturità del regista.

La proiezione del film sarà introdotta da Dominique Païni, già direttore della Cinémathèque française e curatore della mostra "Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti".

La proiezione di "Professione: reporter" anticipa la rassegna cinematografica completa dei film e dei documentari del cineasta, proposta da Ferrara Arte, Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea-Museo Michelangelo Antonioni e Arci Ferrara, e si svolgerà dal 10 ottobre al 12 dicembre 2012 presso il Cinema Boldini.


Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.