13 settembre 2012 - Ferrara, Agenda, Cronaca, Eventi

Il Festival d'Internazionale a Ferrara non conosce crisi

Ma ne parla con 140 giornalisti da tutto il mondo

Ferrara - E' stata presentata stamattina a Roma, presso la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, la sesta edizione del festival di giornalismo Internazionale a Ferrara. 

Giovanni De Mauro, direttore di Internazionale, con  Thierry Vissol, consigliere speciale Media e Comunicazione della Rappresentanza in Italia della Ce, il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani e Marino Sinibaldi, direttore di Radio3, hanno raccontato "quello che sarà" nell'edizone 2012 della  manifestazione che, anno dopo anno, accoglie istanze e proposte sulla comunicazione e sul giornalismo. 

"Sarà un anno particolare, un'edizione particolare. Noi abbiamo cercato di rispondere con un programma che offrisse gli strumenti per interpretare il presente" ha spiegato il direttore Giovanni De Mauro.

Il Festival di Internazionale aprirà dunque il 5 ottobre e vedrà gli interventi di 171 ospiti, oltre 100 incontri per quasi 200 ore di programmazione. Filo conduttore di quest’anno la crisi, intesa però come opportunità di rinnovamento.

Tanti i nomi della cultura e del giornalismo mondiale che si ritroveranno nella città estense per affrontare e dibattere questo tema da ogni punto di vista. Da Jayati Ghosh a Manal al Sharif. Da Philip Gourevitch a Giovanni Tizian. Da don Luigi Ciotti a Simon Kuper. Da Gameela Ismail a David B.

Attesissimo il grande incontro con Susanna Camusso, intervistata dalla giornalista israeliana Amira Hass C, mentre resterà centrale l’informazione con Alan Rusbridger, direttore del Guardian, e David Carr, media columnist del New York Times.

Durante la conferenza stampa Tiziano Tagliani ha sottolineato che "La città ha fornito risposte fattive al problema del terremoto ed ha risposto positivamente anche grazie alla solidarietà di Internazionale e dei partner del festival." gli eventi saranno ospitati in diverse nuove location: l'Università di Ferrara metterà a disposizione la splendida cornice di Palazzo Tassoni, mentre si aprirà ai pacifici invasori della manifestaizone anche il Museo Archeologico Nazionale. Non mancheranno l'appuntamento il Chiostro di San Paolo e il Teatro Comunale, che spalancheranno le porte agli ospiti di Internazionale: sono finalmente di nuovo agibili e pronti ad ospitare molti degli eventi in programma.

Per gli eventi serali, in programma - fra gli altri - il dj-set di Vinicio Capossela, "Tutto il nostro folle amore!" con gli attori del Teatro Valle occupato e David Riondino con un gruppo di improvvisatori cubani.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi