Cento attraverso le sue immagini

Ferrara - Una nuova guida storico-artistica ricca di immagini e approfondimenti, per comprendere, ricordare e ritrovare la Città del Guercino come era prima del terremoto che ne ha gravemente danneggiato il patrimonio artistico e storico, sarà presentata dagli autori sabato 15 settembre alle ore 21 presso l'Oratorio della Crocetta di Penzale.
Già in lavorazione prima del 20 maggio, la guida
"Cento. Conoscerla, amarla" esce ora, a tre mesi dal sisma che ha colpito pesantemente chiese ed edifici storici, con il preciso intento di mantenere viva l'immagine di Cento e del suo circondario, valorizzandone piccoli e grandi gioielli di arte, cultura, tradizioni affinché si facciano tutti gli sforzi possibili per ritrovarne al più presto lo spendore.
Le opere del Guercino, i musei, i luoghi e i personaggi di spicco, ma anche la cultura gastronomica, la tradizione imprenditoriale, il folclore, l'ambiente, i percorsi in bicicletta, l'offerta didattica per bambini e ragazzi, tanti sono gli aspetti che trovano spazio in questo volume tascabile dalla grafica vivace, di agile lettura ma ricco di informazioni e suggestioni.
Curato da Valeria Tassinari, docente e storica dell'arte esperta del territorio, ampiamente illustrato dalle immagini di Andrea Samaritani, fotografo di particolare competenza nell'ambito dei beni culturali, il libro propone sei percorsi di visita e numerosi approfondimenti tematici su vari aspetti della tradizione culturale locale, grazie anche ai contributi di diversi studiosi, molti dei quali giovani ricercatori.
L'idea di pubblicare questo racconto corale è stata realizzata grazie alla generosa collaborazione di diverse persone, al patrocinio del Comune di Cento, e soprattuto all'impegno dell'Associazione Crocetta onlus, che ne ha promosso la stampa utilizzando in parte i fondi del 5 per mille con l'intento di destinare il ricavato delle vendite ad interventi di restauro di opere d'arte. Unendo due finalità fondamentali- divulgazione e sensibilizzazione - questa nuova guida testimonia, infatti, la volontà di guardare avanti, di custodire la memoria e l'identità di un luogo di grande ricchezza per trasmetterla alle giovani generazioni come eredità culturale, materiale e spirituale, ma anche come importante risorsa per il futuro.
E' un libro a cura di Valeria Tassinari, foto di Andrea Samaritani, pag. 168, SIACA editore a cui hanno collaborato: Mariateresa Alberti, Elena Angelone, Franca Arbizzani, Giacomo Balboni, Luca Balboni, Elena Bastelli, Rachele Borghi, Tiziana Contri, Antonio Gallerani, Rita Gallerani, Lorenzo Lorenzini, Anna Mandrioli, Erica Manservisi, Maria Chiara Samaritani, Giuseppe Sitta, Valentina Tamburrini, Marina Tinti, Gloria Tirini, Anna Zarri.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.