9 settembre 2012 - Ferrara, Cento, Cronaca

In provincia di Ferrara crescono i reati di furto e spaccio

Ferrara – Attive e senza sosta le operazioni di controllo del territorio dei Carabinieri in servizio sulla Provincia Ferrara.

A Bondeno, nel corso di un controllo routinario, è stato arrestato un cittadino cinese di 35 anni e residente a Brescia colpito da ordine di carcerazione emesso lo scorso maggio dalla Procura della Repubblica Cinese al Tribunale di Milano per furto aggravato e continuato commesso a Milano nel 2008. L'uomo deve scontare 3 mesi e 28 giorni ed espletate le rituali formalità è stato trasferito presso la casa circondariale di Ferrara.  

Nella notte fra venerdì e sabato, invece, i militari hanno sventato un furto ai danni dell’HERA sorprendendo, in flagranza di reato, due persone - un uomo di 60 anni ed una donna di 50, all’interno di un pozzetto di contatori idrici situato in via per Stellata di Bondeno dove era stato creato un allaccio abusivo  alla rete idrica. I due, – entrambi incensurati- sono stati rimessi in libertà.

La scorsa settimana i Carabinieri di Vigarano Mainarda hanno arrestato per tentato furto aggravato un cittadino cinese di 36 anni: C.L., con diversi precedenti penali, cercava di manomettere con un ingegnoso arnese di fabbricazione artigianale una macchinetta cambiamonete per sottrarre del contante. Il dispositivo in questione è stato sottoposto a sequestro ed è ora oggetto di mirati approfondimenti investigativi, mentre l'arrestato è finito in carcere.

Sempre nella notte fra venerdì e sabato i militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Cento hanno arrestato, con l’accusa di detenzione a fini si spaccio di sostanza stupefacente, una giovane donna incensurata, B.C. di 22 anni, originaria della provincia di Bologna, che intorno alle ore 3.00 è stata sottoposta a controllo a bordo della propria autovettura in una via del centro abitato di Cento. I carabinieri, insospettiti dall’atteggiamento assunto dalla donna ed in considerazione delle circostanze di tempo e di luogo, avviavano accertamenti nel corso dei quali, all’interno della borsetta della giovane, rinvenivano 28 involucri in cellophane contenenti sostanza erbosa essiccata che risultava del tipo “marijuana”, sottoposta a sequestro. La donna, espletate le formalità di rito, è stata rimessa in libertà.    

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi