Ricostruzione post-terremoto: tenere lontane le mafie

Ferrara – Si è costituito venerdì scorso il Gruppo Interforze Ricostruzione Emilia Romagna che vede le Istituzioni e delle forze dell'ordine impegnarsi in sinergia in un presidio per la legalità ed uno strumento con il quale rendere operativo il Protocollo Regionale sottoscritto lo scorso 27 giugno.

Tutte le parti sociali e le stesse istituzioni rinnovano il loro impegno per contrastare ed impedire la penetrazione della criminalità organizzata nelle opere per la ricostruzione post-sisma.

La costituzione del GIRER è un'ulteriore tassello utile a garantire la ricostruzione e il rilancio della regione e che può anche diventare un modello di sviluppo per tutto il Paese.

Legalità, sicurezza, tutela sociale, qualità del lavoro e delle produzioni, rispetto delle norme sono il fulcro dell'operato del sindacato e sono le stesse “parole d'ordine” che il Commissario Errani utilizza nel Tavolo Istituzionale insediato in Regione.

L'intento è preservare il sistema sociale emiliano romagnolo in questo momento di grande difficoltà ed impegno richiesto, mettendo all'angolo le realtà malavitose che hanno già trovato terreno fertile e allontanare lo spettro di nuove "radici"  attraverso il rispetto delle regole e con l'assidua sorveglianza da parte di tutte le parti chiamate in causa.  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.