Il sindaco Fabbri parla alla "sua" Comacchio

7 Agosto 2012 |  Comacchio | Cronaca | Politica | Ferrara |

Comacchio - C’era molta attesa per il comizio pubblico che il Sindaco ha tenuto ieri sera in Piazza Folegatti: a distanza di due mesi e mezzo dalle consultazioni elettorali amministrative, a seguito delle quali Marco Fabbri è stato eletto con il 69,24% dei consensi, il giovane primo cittadino ha spiegato ai suoi come procede il suo operato.

Davanti ad un pubblico molto numeroso, il Sindaco ha illustrato le attività svolte e gli obiettivi in programma per i prossimi mesi, ponendo massimo risalto agli aspetti della partecipazione dei cittadini, della trasparenza e della comunicazione, fortemente caldeggiati durante la campagna elettorale.

“Mi scuso – ha dichiarato Fabbri dopo il saluto rivolto alla cittadinanza – per non essere riuscito ancora ad incontrare tutte le persone, le associazioni, gli enti e le imprese che hanno chiesto un colloquio, ma sono pervenute centinaia e centinaia di domande in un lasso di tempo così circoscritto. Siamo in piena stagione turistica, ma sarà cura mia e della Giunta cercare di evadere costantemente tutte le richieste.”

Primo punto toccato dal comizio il carattere di partecipazione e trasparenza che l’amministrazione intende mantenere nei confronti dei suoi cittadini, attraverso i media ed i social network. Fabbri ha infatti ricordato che sul sito internet comunale sono stati pubblicati i curricula di tutti gli Amministratori (Sindaco e Giunta) e che uno degli obiettivi primari, oltre alla trasparenza è quello di rendere massimamente accessibili e fruibili le informazioni relative all’andamento dell’attività amministrativa comunale, anche grazie alla diffusione delle sedute di Consiglio Comunale in streaming e alla prossima istituzione della pagina Facebook dell’Amministrazione Comunale.

Il Sindaco ha poi toccato, con documenti alla mano, i passaggi che hanno comportato lo spostamento dei Servizi di Igiene Pubblica dell’ASL dalla sede di Via Fattibello all’Ospedale San Camillo. “Il terremoto è stato preso come pretesto, giacché lo stato di sicurezza dell’immobile non è peggiorato dopo il sisma ed anzi è rimasto quello preesistente.” Le soluzioni prospettate all’ASL per trasferire l’Igiene Pubblica in altra sede idonea (dalle ex-scuole di Volania, alle Delegazioni Comunali), non sono state colte con favore dai vertici aziendali dell’ASL, che hanno repentinamente proceduto al trasferimento dei servizi e degli operatori a Migliarino. E’ stato poi evidenziato come la decisione strategica per lo spostamento definitivo di detti servizi fosse già stata adottata dalla Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria, che si è svolta nel febbraio scorso, durante la gestione commissariale dell’Ente (con l’astensione del Commissario Straordinario). “E’ pertanto un progetto che viene da lontano – ha detto Fabbri – e non ha nessun collegamento con il terremoto.”

Uno dei prossimi obiettivi dell’Amministrazione Fabbri consiste nell’edificare degli alloggi di edilizia residenziale pubblica presso il Quartiere “Raibosola” e difatti la proposta di delibera figura nell’ordine del giorno del Consiglio Comunale di oggi, 7 agosto 2012.

Importante per Comacchio e per i lavori della Giunta la delicata tematica della pesca, insieme al turismo economia trainante del territorio: a tale proposito il Sindaco ha conferito massimo risalto al finanziamento europeo, attingendo al quale “a soli dieci giorni dal nostro insediamento – ha detto- “si potrà procedere con un ampliamento, ristrutturazione e acquisto di nuove strumentazioni per il Mercato Ittico Comunale di Porto Garibaldi.”

Sulla notizia di cronaca della moria di pesce in valle, trapelata nei giorni scorsi, il Sindaco ha sottolineato che Stazione Foce non presenta fenomeni di anossia e che a Valle Fattibello sono proliferate formazioni algali per via delle temperature elevate e del clima afoso, ma che invece a Valle Capre non risultano assegnazioni di concessioni a cooperative di pesca. La moria di pesci è dunque legata al clima.

Per conferire le dovute attenzioni al settore pesca, in crisi da tempo, il Sindaco e il Vice-Sindaco Denis Fantinuoli (con delega a Pesca e Ambiente) hanno pianificato una serie di incontri con le cooperative di pesca presenti sul territorio per affrontare e risolvere le problematiche, coinvolgendo anche i lavoratori. Sono stati altresì avviati tavoli di confronto con l’Amministrazione Provinciale e con quella regionale, anche allo scopo di verificare se nelle acque interne ci possano essere altre concessioni da assegnare, allo scopo di creare nuovi sbocchi occupazionali.

Soffermandosi sulla delicata vicenda dell’accorpamento vallivo, sfociato in un protocollo d’intesa tra l’Amministrazione Comunale, la Regione Emilia Romagna e un privato per la cessione dell’oasi di Boscoforte, Fabbri ha evidenziato che “non si tratta di un accordo vero, con scadenza effettiva, ma si tratta solo di una dichiarazione di intenti e che la proprietà dell’Oasi passerà alla Regione Emilia Romagna e non al Comune di Comacchio.”

Salutando in mezzo al pubblico Alberto Lealini, nominato recentemente tra i componenti del Comitato Scientifico della Comunità del Parco del Delta, il Sindaco ha spiegato che “la sua nomina è una scelta di rinnovamento. E’ un giovane laureato in scienze ambientali con la passione per il ciclo-turismo ed eserciterà gratuitamente il suo ruolo. E’ la persona adatta.”

Sul versante turistico Fabbri ha ricordato che in un momento di grave crisi come quello attuale i campeggi hanno retto bene, ma che “in 1 anno o 2 dobbiamo risposte a chi vuole investire sul territorio, conferendo la corsia preferenziale a chi non vuole un consumo scellerato dello stesso, ma a chi punta a valorizzarlo e a recuperare il patrimonio pre-esistente riqualificandolo”.

L’Assessore al Turismo Sergio Provasi ha gettato le basi per un dialogo più proficuo e duraturo con tutte le realtà e gli operatori turistici del territorio, grazie all’istituzione del Tavolo di coordinamento del Turismo. Sul verde pubblico è stato compiuto un passo avanti, viste le limitate risorse economiche a disposizione, grazie alla collaborazione con il Movimento “Comacchio è Turismo”, che si fa carico della cura di arredare e gestire le aiuole pubbliche, inserendo il proprio sponsor. “Dobbiamo fare i conti con gli ingenti tagli al bilancio comunale - ha proseguito Fabbri – che richiedono sacrifici a tutti, considerato anche il mancato gettito di 3 milioni di euro dell’IMU”.

Fabbri ha voluto sottolineare due importanti vittorie in ambito “made in Comacchio”. Ha infatti ricordato Marcello Simoni, concittadino che ha saputo rendere lustro a Comacchio e alle sue tradizioni culturali, aggiudicandosi a Pontremoli il “Premio Bancarella 2012” con il suo thriller storico “Il mercante di libri maledetti” ed anche il ritorno di un appuntamento molto amato dal pubblico: “Siamo riusciti a riportare sul Trepponti la Sfilata d’Amore e Moda – ha sottolineato il Sindaco – evento importante per la promozione del territorio e questo a costo zero per l’Amministrazione.”

Per quanto riguarda la revisione della spesa pubblica, il Sindaco ha comunicato che si sta lavorando molto sulla riorganizzazione dell’intero apparato amministrativo comunale, non solo valorizzando le risorse umane presenti ma anche sul recupero di sedi. L’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del capoluogo verrà a breve trasferito presso la Sede di Palazzo Bellini, che già ospita i Settori Turismo, Cultura, Sport e Pubblica Istruzione. Un dato in drastico calo è quello delle spese di rappresentanza, tra le quali figurano i costi per pranzi o cene istituzionali.

“In campagna elettorale inoltre abbiamo promesso di assegnare alle Associazioni gli immobili in disuso. Il Comune di Comacchio non ha un inventario aggiornato, ma ci attiveremo per dare risposte. Nel frattempo siamo riusciti ad assegnare ad una Associazione di Pubblica Assistenza l’ex-area Tomasi inutilizzata e in cambio otterremo un presidio assistenziale con le ambulanze” – ha aggiunto.

Commenti

il sindaco trascura i lidi

Mi piacerebbe che il sindaco si interessasse non solo della sua comacchio ma anche dei suoi lidi. In particolare il lido di spina ha estremamente bisogno di essere sistemato per quanto riguarda le strade e i marciapiedi. non si dimentichi che il turismo è l'unica entrata di questo comune!

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <p> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
You24
Tavolazzi torna alla carica: Hera nasconde la verità -
I Grilli Estensi sulla sicurezza in città -
Il PD nella Cento del Futuro -
arte
Galleria Tortora Agostino -
Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Filippo De Pisis" -
Galleria Lux -

Contenuti più visti