31 luglio 2012 - Ferrara, Cronaca, Economia & Lavoro

L'Idrovia di Ferrara prende forma

Ferrara - È stata varata ieri mattina la prima campata del nuovo ponte di Valle Lepri, nell’ambito dei lavori del 3 Lotto, 2 stralcio del Progetto Idrovia Ferrarese, progetto promosso dalla Regione Emilia – Romagna e coordinato dalla Provincia di Ferrara con finanziamenti statali.

“Oggi è un giorno importante – ha affermato la Presidente della Provincia Marcella Zappaterra – che segna il raggiungimento, nei tempi previsti dal cronoprogramma, di un fondamentale traguardo intermedio. Possiamo così confermare l’obiettivo di concludere i lavori entro la fine di quest’anno, con due mesi ulteriori per il completamento della demolizione del ponte esistente, le successive opere di sistemazioni finali e la realizzazione della nuova rotatoria che sarà costruita all’intersezione sulla SP 1, strada di Comacchio.”

Spettacolare l’operazione di varo, condotta da tecnici dell’impresa esecutrice – impresa Sarti Spa di Poggio Renatico - sotto la supervisione del Direttore dei Lavori della Provincia ing. Stefano Forlani. L’intervento è avvenuto dalla spalla lato nord del ponte, che corrisponde alla spalla fissa del ponte stesso, in direzione sud.

Mediante una gru della portata di 300 tonnellate è stata innalzata l’intera struttura della prima campata, costituita da travi principali, diaframmi e controventature. Per le campate successive, invece, dalla seconda alla quinta, le operazioni di varo avverranno, per motivi di spazio, per singole travi: in sostanza le tre travi principali verranno varate per ciascuna campata e poi assemblate in opera con i relativi diaframmi e controventature, grazie alla presenza di una seconda gru da 35 tonnellate che servirà per l’assemblaggio delle travi a terra e di due sollevatori telescopici per il montaggio in opera dei diaframmi e dei controventi. Per questo motivo le operazioni dureranno circa un mese di tempo, a partire dalla prima operazione di sollevamento.

Gli step successivi al varo e al montaggio dell’impalcato metallico vedranno la realizzazione della soletta superiore in cemento armato, di spessore pari a 25 cm, e le opere di finitura, ovvero barriere stradali e parapetti, trattamento di impermeabilizzazione, pavimentazioni stradali, impianto di illuminazione e segnaletica stradale. L’impalcato del nuovo ponte è di tipo metallico, a struttura continua, formato da travi, diaframmi e controventature in acciaio laminato auto protetto di tipo Corten.

La larghezza finale dell’impalcato è di 13,30 metri con carreggiata stradale di larghezza 9 metri, formata da due corsie (una per senso di marcia) di 4,50 metri ciascuna, compresa la banchina laterale. Sono previste, inoltre, due piste ciclo-pedonali laterali, di lunghezza parti a 2,15 metri ciascuna. La lunghezza complessiva del ponte, formato da 5 campate - di cui quattro laterali di lunghezza pari a 42,50 metri e quella centrale, di scavalco del canale navigabile, di 62 metri - è di 232 metri.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti Recenti