L'Idrovia di Ferrara prende forma

31 Luglio 2012 |  Cronaca | Economia & Lavoro | Ferrara |

Ferrara - È stata varata ieri mattina la prima campata del nuovo ponte di Valle Lepri, nell’ambito dei lavori del 3 Lotto, 2 stralcio del Progetto Idrovia Ferrarese, progetto promosso dalla Regione Emilia – Romagna e coordinato dalla Provincia di Ferrara con finanziamenti statali.

“Oggi è un giorno importante – ha affermato la Presidente della Provincia Marcella Zappaterra – che segna il raggiungimento, nei tempi previsti dal cronoprogramma, di un fondamentale traguardo intermedio. Possiamo così confermare l’obiettivo di concludere i lavori entro la fine di quest’anno, con due mesi ulteriori per il completamento della demolizione del ponte esistente, le successive opere di sistemazioni finali e la realizzazione della nuova rotatoria che sarà costruita all’intersezione sulla SP 1, strada di Comacchio.”

Spettacolare l’operazione di varo, condotta da tecnici dell’impresa esecutrice – impresa Sarti Spa di Poggio Renatico - sotto la supervisione del Direttore dei Lavori della Provincia ing. Stefano Forlani. L’intervento è avvenuto dalla spalla lato nord del ponte, che corrisponde alla spalla fissa del ponte stesso, in direzione sud.

Mediante una gru della portata di 300 tonnellate è stata innalzata l’intera struttura della prima campata, costituita da travi principali, diaframmi e controventature. Per le campate successive, invece, dalla seconda alla quinta, le operazioni di varo avverranno, per motivi di spazio, per singole travi: in sostanza le tre travi principali verranno varate per ciascuna campata e poi assemblate in opera con i relativi diaframmi e controventature, grazie alla presenza di una seconda gru da 35 tonnellate che servirà per l’assemblaggio delle travi a terra e di due sollevatori telescopici per il montaggio in opera dei diaframmi e dei controventi. Per questo motivo le operazioni dureranno circa un mese di tempo, a partire dalla prima operazione di sollevamento.

Gli step successivi al varo e al montaggio dell’impalcato metallico vedranno la realizzazione della soletta superiore in cemento armato, di spessore pari a 25 cm, e le opere di finitura, ovvero barriere stradali e parapetti, trattamento di impermeabilizzazione, pavimentazioni stradali, impianto di illuminazione e segnaletica stradale. L’impalcato del nuovo ponte è di tipo metallico, a struttura continua, formato da travi, diaframmi e controventature in acciaio laminato auto protetto di tipo Corten.

La larghezza finale dell’impalcato è di 13,30 metri con carreggiata stradale di larghezza 9 metri, formata da due corsie (una per senso di marcia) di 4,50 metri ciascuna, compresa la banchina laterale. Sono previste, inoltre, due piste ciclo-pedonali laterali, di lunghezza parti a 2,15 metri ciascuna. La lunghezza complessiva del ponte, formato da 5 campate - di cui quattro laterali di lunghezza pari a 42,50 metri e quella centrale, di scavalco del canale navigabile, di 62 metri - è di 232 metri.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <p> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
You24
Tavolazzi torna alla carica: Hera nasconde la verità -
I Grilli Estensi sulla sicurezza in città -
Il PD nella Cento del Futuro -
arte
Galleria Tortora Agostino -
Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Filippo De Pisis" -
Galleria Lux -

Contenuti più visti