19 luglio 2012 - Ferrara, Cento, Cronaca, Terremoto Emilia

Il municipio di Sant'Agostino non resiste al terremoto e a Sgarbi

Ferrara - ore 15.32: come programmato il municipio di Sant'Agostino è stato abbattuto con l'esplosivo.
Pochi secondi per distruggere cento anni di storia dell'edificio che dalle 4.04 del venti maggio è pericolante a seguito del sisma.
Uno dei simboli del terremoto che ha colpito l'Emilia Romagna con il suo fianco squarciato rendeva ancora più cupa la centralissima e transennata piazza di uno dei Comuni più colpiti dal sisma.
La demolizione era stata programmata poiché la situazione è stata ritenuta troppo critica per poter procedere con una ristrutturazione ed un restauro combinati.
Per fortuna prima dell'esplosione lentamente sono state recuperate molte opere d'arte presenti nell'edificio (primo su tutti il lampadario di Italo Balbo) e l'archivio. Si tenterà il recupero tra le macerie di altre opere ed oggetti.
Non sono mancate le polemiche a causa della presenza del critico d'arte ferrarese ex onorevole, ex sindaco di Salemi (prima che venisse commissariata per infiltrazioni mafiose) nonchè opinionista televisivo.
"Vergognatevi, demoliscono tutto, bravi, siate felici. Questa è una barbarie" tuona dalla piazza dopo aver chiesto invano l'intervento del Ministro per i Beni ed Attività Culturali Lorenzo Ornaghi.
Ha continuato tra i numerosi fischi dei presenti dicendo "Solo i talebani usano le bombe, non si usano le per mettere in sicurezza il territorio", facendo un paragone azzardato con i Buddha della valle di Bamiyan in Afghanistan distrutti nel marzo del 2001 dagli studenti Taliban.
Il critico ferrarese sosteneva che era necessario un recupero degli affreschi del primo '900 presenti nella Sala Consiliare prima di qualsiasi altra azione definitiva.
Atttimi di tensione dopo le minacce di Sgarbi di voler portare in Tribunale i responsabili del crollo controllato: lo stesso ex parlamentare sostiene che alcune delle persone presenti hanno gli hanno lanciato numerosi oggetti e bottigliette.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni

Commenti Recenti