15 luglio 2012 - Ferrara, Cronaca

Botte alla compagna ed al poliziotto

Ferrara - Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti presso un'abitazione di Ferrara a seguito di una telefonata al "113" nella quale una trentenne ferrarese affermava di trovarsi a casa del compagno che l'aveva minacciata e percossa.

Agli agenti recatisi sul posto l'uomo, un ferrarese di 34 anni, attraverso il citofono negava la presenza della donna in casa.

Gli uomini della Polizia riuscivano comunque ad accedere all'appartamento ed ad avere un contatto con il sospetto aggressore.
Durante la conversazione tra i poliziotti ed il sospettato la ragazza, in un momento di distrazione, riusciva ad uscire e ad allontanarsi dall'abitazione negando in un primo momento le violenze subite per paura di ritorsioni da parte del fidanzato, sempre più alterato.

A quel punto il trentaquattrenne ha aggredito uno dei due agenti dandogli una testata in pieno volto facendolo rovinare sul pavimento e scatenando una colluttazione nella quale l'aggressore è stato bloccato.
Sono stati soccorsi dagli operatori del "118" chiamati dalla Polizia ed a seguito di trasporto presso il Pronto soccorso le lesioni sono state dichiarate guaribili: per la ragazza in 15 giorni, per l'agente colpito in 5 e per  l'aggressore di 2.
Per l'ultimo è scattato l'arresto per lesioni finalizzate a resistenza a Pubblico Ufficiale con conseguente trasferimento presso il carcere di Ferrara.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.