Tagliani a Roma per riportare Ferrara sulla breccia

13 Luglio 2012 |  Cronaca | Cultura e Spettacoli | Terremoto Emilia | Ferrara |

Ferrara – Una visita programmata quella di ieri a Roma del sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, e dall'Assessore alla Cultura, Massimo Maisto per portare il messaggio che Ferrara è stata e continua un tesoro da scoprire, uno scrigno che i turisti possono aprire tanto per godere della città rinascimentale – riconosciuta dall'UNESCO patrimonio dell'Umanità – che delle iniziative che essa presenta.

In particolare Tagliani e Maisto, in una conferenza stampa che si è tenuta ieri mattina presso la Sala della Stampa Estera, in via dell'Umiltà a Roma,  hanno raccontato del progetto "Ferrara Vive: dodici mesi di arte, musica e spettacolo per riscoprire la città" , nato della voglia che Ferrara ha di rimettersi in gioco dopo il terremoto, presentando un anno fitto di iniziative culturali appetibili ed interessanti.

La scelta dell'Amministrazione è tempo diretta a puntare in maniera prioritaria sul turismo culturale, promuovendo e sostenendo manifestazioni capaci di intercettare pubblici diversi per provenienza geografica e per interessi. Anche in questo momento di difficoltà, si è scelto di continuare ad investire sulla qualità delle proposte culturali.

Ferrara si caratterizza da molti anni per una programmazione incentrata sulla compenetrazione fra eventi e manifestazioni artistiche di grande prestigio, strettamente legati al tessuto urbano del centro storico. Gli eventi sismici del 20 e 29 maggio hanno arrecato ferite e lesioni all'affascinante "cornice" rinascimentale che racchiude le decine di appuntamenti che scandiscono la vita culturale in città, ma non hanno determinato alcun blocco delle iniziative previste.

Da settembre di quest'anno avrà inizio il ricco cartellone di iniziative che si snoderà fra il 2012 e il 2013 nei luoghi più suggestivi di Ferrara e che testimoniano la piena ripresa della città dopo questa fase di emergenza: una programmazione che unisce la pratica della "cultura diffusa", grazie al coinvolgimento degli attori locali pubblici e privati operanti in ambito artistico e culturale, all'intreccio fra cultura e turismo, che costituisce una delle cifre distintive del modello di Ferrara come "città d'arte e di cultura".

Il 23 settembre sarà il concerto diretto dal Maestro Claudio Abbado, che con straordinaria generosità e sensibilità ha voluto sostenere il percorso per la ricostruzione dei luoghi della cultura a Ferrara, ad aprire il calendario, seguito, nel periodo autunnale, da un'esposizione a Palazzo dei Diamanti, dei capolavori delle collezioni d'arte moderna e contemporanea di Palazzo Massari, temporaneamente chiuso per i danni arrecati dal sisma. Nel periodo autunnale, inoltre, il cartellone annovera i festival Ferrara Balloons ed Internazionale a Ferrara.

Il Ferrara Balloons Festival, che viene organizzato nel mese di settembre, è il più importante festival delle mongolfiere in Italia ed uno dei più prestigiosi in Europa. Nato nel 1995, prevede manifestazioni aerostatiche, sportive, culturali e di spettacolo, incontri ed animazioni, nella splendida cornice del parco urbano "Giorgio Bassani", a due passi dal centro storico.

Internazionale a Ferrara, dal 5 al 7 ottobre, giunge nel 2012 alla sua sesta edizione, trasformando per tre giorni Ferrara nella pulsante redazione del giornale da cui la rassegna prende il nome, dove è possibile incontrare giornalisti, scrittori ed opinionisti e confrontarsi con loro sugli scenari politici, sociali, culturali ed economici del mondo in cui viviamo. I teatri, le piazze, gli edifici storici e gli angoli più suggestivi del centro storico diventano così i luoghi ed i fondali naturali per la condivisione delle notizie e delle conoscenze, per "sfogliare dal vivo" la rivista, e per disegnare percorsi che traducano le esperienze globali in ambiti locali e viceversa.

In dicembre, la tradizionale Festa di Capodanno, nella magica cornice notturna del centro storico della città estense, scandirà il passaggio fra l'anno che sta per concludersi ed il nuovo anno alle porte, denso di appuntamenti culturali per la città di Ferrara.

Il 2013 si aprirà con un'esposizione sulle tematiche della cultura e della presenza ebraica in Italia, in fase di definizione, presso la sede della Palazzina dell'ex carcere di Via Piangipane, che ospiterà il futuro Museo nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah.

Ricco il programma anche nel periodo primaverile: il Salone dell'Arte e del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, dal 20 al 23 marzo, incentrato sulla principale risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza; la mostra, a Palazzo dei Diamanti, Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti, atteso progetto di approfondimento sugli intrecci fra l'arte cinematografica del celebre regista ferrarese e le arti visive; la Vulandra, nell'ultimo fine settimana di aprile, che richiama centinaia di aquilonisti da tutto il mondo, in una rassegna - nel 2013 alla sua trentaquattresima edizione - che coniuga elementi ludici, creazione artistica e stupore infantile; la Festa del Libro Ebraico in Italia, nel mese di maggio, giunta alla sua quarta edizione, che mescola - in una formula di grande fascino e suggestione - incontri con gli autori e spettacoli musicali e teatrali che aprono squarci inediti per la conoscenza della millenaria cultura del popolo ebraico; il Palio di Ferrara, istituito nel 1279 e quindi il più antico nel mondo, sempre nel mese di maggio, che nel 2012, grazie alla partecipazione attiva delle altre comunità storiche del palio in Italia, è stata l'occasione per presentare molti progetti di solidarietà legati alle vittime del terremoto.

Il periodo estivo sarà caratterizzato dalle manifestazioni Ferrara Sotto le Stelle e Ferrara Buskers Festival. Nato nel 1996 e ben presto riconosciuto come uno dei festival musicali estivi più qualificati in Italia, Ferrara Sotto le Stelle tornerà nuovamente a presentare nei mesi di giugno e luglio, nella splendida cornice di Piazza Castello, un ricco calendario di appuntamenti, che spaziano all'interno di tutta la musica contemporanea, senza alcuna restrizione di genere, unendo nomi di riconosciuto prestigio e giovani autori di talento, intrattenimento di livello e piacevoli scoperte, grande spettacolo e ricerca, per proporre uno spaccato musicale estremamente vario, ma sempre di altissima qualità. Il Ferrara Buskers Festival, nato nel 1988, con le sue 800.000 presenze è la più grande manifestazione al mondo dedicata all'arte di strada. Per i numerosi spettatori, provenienti da tutta Italia e, in misura significativa anche dall'estero, il festival, che si svolge nell'ultima settimana di agosto, è un entusiasmante giro intorno al mondo alla ricerca di sonorità familiari ed esotiche, un'appassionante caccia al tesoro per scoprire gli strumenti più originali, le performance più fantasiose, i costumi più appariscenti.

Nel periodo autunnale, infine, oltre alla mostra a Palazzo dei Diamanti dedicata a Francisco de Zurbarán, uno dei massimi pittori del Seicento spagnolo, ritornano i due festival Balloons ed Internazionale a Ferrara.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <p> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
You24
Tavolazzi torna alla carica: Hera nasconde la verità -
I Grilli Estensi sulla sicurezza in città -
Il PD nella Cento del Futuro -
arte
Galleria Tortora Agostino -
Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Filippo De Pisis" -
Galleria Lux -

Contenuti più visti