6 luglio 2012 - Ferrara, Cronaca

Tutti RAEEporter

Ferrara - Riparte RAEEporter, la campagna nazionale promossa da Ecodom e Legambiente con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività sull’importanza del corretto trattamento dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), e conquista la community virtuale di Facebook e Twitter, i due social network che hanno rivoluzionato il modo di comunicare e di condividere informazioni, immagini, iniziative ed esperienze non solo tra le giovani generazioni.

Nelle scorse edizioni i cittadini ferraresi hanno partecipato attivamente all’iniziativa con diverse segnalazioni, ma c’è ancora molto da fare: caricare immagini e video non è solo un modo per partecipare al concorso, ma è soprattutto un’azione concreta per tutti coloro che vogliano fare qualche cosa di importante per la salvaguardia ambientale.

Dall’inizio dell’anno, nella provincia di Ferrara Ecodom ha già raccolto 277 tonnellate di RAEE - frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, forni, cappe e scalda-acqua – da cui sono stati ricavati 180.150 kg di ferro, 6.350 kg di alluminio, 4.960 kg di rame e 20.550 kg di plastica. L’utilizzo di queste materie prime raccolte ha comportato un risparmio energetico di 462.000 kWh rispetto a quanto sarebbe stato necessario per ottenere le stesse quantità di materie prime “vergini” e ha permesso di evitare l’immissione in atmosfera di 4.100 tonnellate di CO2.  

I cittadini di Ferrara potranno continuare a fotografare i RAEE abbandonati segnalandoli sul sito www.raeeporter.it

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi