3 luglio 2012 - Ferrara, Cronaca, Terremoto Emilia

Capire il terremoto

Ferrara - Dalle origini del sisma al futuro urbanistico della città. Sono tanti  gli argomenti su cui saranno chiamati a esprimere la propria opinione gli esperti che domani, mercoledì 4 luglio, alle 16,30 nella sala di Consiglio del Palazzo Municipale interverranno all’incontro pubblico dal titolo “Terremoto a Ferrara: le cause, gli eventi, le prospettive”.

L’appuntamento, è promosso dall’Ufficio Portavoce del Sindaco, dal Museo civico di Storia naturale e dalla Società Naturalisti Ferraresi, in collaborazione con Italia Nostra, l’Ordine nazionale dei Geologi e l’Università di Ferrara e vedrà nelle vesti di moderatore il conservatore di Geologia del Museo di Storia naturale Enrico Trevisani. Fitto il programma degli interventi: aprirà i lavori il Prof. Massimo Coltorti, Docente di Petrografia e Vulcanologia dell'Università di Ferrara - membro della Commissione Nazionale Grandi Rischi, Sezione vulcanica, e a seguire il Prof. Marco Stefani, Docente di Geologia dell'Università di Ferrara; Prof. Giovanni Santarato, Docente di Geofisica dell'Università di Ferrara; Prof. ssa Marilena Martinucci, Docente di Legislazione tecnica e ambientale dell'Università di Bologna; Arch. Andrea Malacarne, del Direttivo di Italia Nostra - Sezione di Ferrara. Chiuderà l’incontro l’Arch. Roberta Fusari, Assessore all’Urbanistica del Comune di Ferrara.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti Recenti