Il Palio della solidarietà contro le polemiche

15 Giugno 2012 |  Cronaca | Cultura e Spettacoli | Terremoto Emilia | Eventi | Ferrara |

Ferrara - E’ stato ufficialmente presentato oggi pomeriggio l’edizione speciale del Palio di Ferrara, che quest’anno porta le insegne del Palio della Solidarietà.

“Ferrara è viva e in piedi, pur ancora scossa dal terremoto subito, ma senza alcun dubbio ha tutta la voglia di esserci e ricominciare. Nei 20 giorni passati abbiamo fatto tutto quanto in nostro potere per riaprire gli edifici pubblici e confermare tutte le attività e le iniziative culturali, artistiche e sportive in programma: questo per confermare il senso di vitalità che è proprio di questa città. Abbiamo deciso, di comune accordo con tutte le Istituzioni e le Forze dell’Ordine coinvolte di fissare la data per le corse dei Palii alla prima data utile: 17 giugno, domenica prossima”.

Con queste parole l’Assessore Aldo Modonesi ha introdotto l’edizione del Palio di Ferrara 2012. “Perché questo Palio avesse un vero significato di rinascita della nostra città, abbiamo voluto invitare a partecipare gli altri Palii d’Italia, le Associazioni e i gruppi che si occupano di Rievocazioni Storiche e i Comuni d’Italia che hanno accettato di sfilare al nostro fianco per dimostrare il sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto”.

Ad oggi sono più di 500 le persone delle delegazioni provenienti da tutta Italia, le associazioni e i gruppi di sbandieratori che hanno accettato l’invito dell’Ente Palio e che sfileranno al fianco della Corte Ducale e delle Contrade domenica pomeriggio “Il Corteo quest’anno sarà davvero imponente – ha spiegato Modonesi - per primi sfileranno i gonfaloni dei Comuni e delle Amministrazioni che hanno aderito, a seguire la Corte Ducale e poi le Contrade, mentre per ultimi ci saranno i gruppi di rievocazione storica e i gruppi di sbandieratori provenienti davvero da tutta Italia”.

Nelle scorse settimane non sono mancate le polemiche circa l’organizzazione della manifestazione più attesa dell’anno “Noi tutti vorremmo rispondere a chi ci ha accusati di strumentalizzare la sciagura del terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna per pubblicizzare il Palio: noi abbiamo voluto che ci fosse la maggiore partecipazione possibile perché sarà un’occasione per raccogliere fondi per la ricostruzione – nessuno siederà a titolo gratuito in tribuna e tutti gli spettatori saranno chiamati a partecipare con un contributo da lasciare nei contenitori disseminati sull’anello di Piazza Ariostea. Altri fondi sono stati raccolti e donati da diverse associazioni e con la vendita di magliette “siglate” Palio. Tutto il ricavato sarà devoluto nel fondo aperto dal Comune di Ferrara per portare a conclusione le tappe della ricostruzione di scuole – la nostra priorità è mettere tutti gli scolari e gli studenti ferraresi nei loro banchi il 17 settembre prossimo – musei e degli edifici pubblici che sono stati danneggiati dal sisma”.

Un merito importante nella riuscita del Palio 2012 va riconosciuto ai giovani cantradaioli che si sono messi spontaneamente a disposizione degli organizzatori per dare una mano: una commissione stampa composta da volontari ha curato la comunicazione e la diffusione in rete delle informazioni, mentre in tanti si sono dedicati al sostegno delle popolazioni terremotate, recandosi nei campi di accoglienza per fare animazione con i bambini e portare beni di prima necessità direttamente sui luoghi colpiti.

Commenti

Volevo precisare che i gruppi

Volevo precisare che i gruppi sono 17 e le persone più di 500! 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <p> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
You24
Tavolazzi torna alla carica: Hera nasconde la verità -
I Grilli Estensi sulla sicurezza in città -
Il PD nella Cento del Futuro -
arte
Galleria Tortora Agostino -
Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Filippo De Pisis" -
Galleria Lux -

Contenuti più visti