7 giugno 2012 - Ferrara, Cronaca, Sport

La Mobyt non chiude i conti

Ferrara - La squadra di Ferrara non riesce nell'impresa a Corno di Rosazzo.

Davanti ad un palazzetto dello sport pieno (tanti anche i tifosi biancoverdi nella piccola struttura friulana) una Calligaris molto volenterosa riesce ad imbrigliare una Mobyt poco lucida.

Tranne il 2-3 al 2’ che è stato l’unico vantaggio ospite, la Calligaris ha sempre comandato. Ferrara si è illusa col pareggio al 31' (46-46).

Troppo imprecisa la Mobyt con una difesa irriconoscibile.

La serata va proprio storta: alla fine del primo quarto (8') si fa male Benfatto che cade male sulla caviglia. Rientrerà dolorante nel secondo quarto, il suo sforzo lo mette in dubbio per la finalissima tra quattro giorni.

Serata no anche per Campiello: la sua partita finisce al 32’ (quarto e quinto fallo molto dubbi).

Adesso domenica 10 giugno spareggio al Palasegest di Ferrara. La Mobyt gioca la finalissima davanti al prorpio pubblico.

Adriano Furlani: “C’era la volontà di fare bene, ma è mancata la sufficiente lucidità. Per quasi tutti è la prima finale, e credo che la tensione abbia giocato un brutto scherzo.

Con le dovute proporzioni, si sono invertite le parti rispetto a domenica: loro hanno messo in campo tanta più energia, e alla fine, anche per le assenze dal campo di Campiello e Benfatto, ci hanno sovrastato sotto il profilo fisico. Ci hanno attaccato per quaranta minuti, e noi non siamo stati in grado di tenere; siamo stati in balia della loro intraprendenza. Credo vadano dati i giusti meriti anche ai nostri avversari.

Se avessimo segnato il tiro del possibile sorpasso probabilmente l’avremmo anche girata psicologicamente. Invece Corno ha ripreso abbrivio, e noi non abbiamo avuto più la forza e la lucidità per ricucire”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti Recenti