29 maggio 2012 - Ferrara, Cronaca, Terremoto Emilia

Terremoto a Ferrara: chiusi nuovamente uffici e scuole

Ferrara - Passati i primi momenti di spavento e disorientamento, la città reagisce: dopo la forte scossa delle 9 di oggi, martedì 29 maggio, il sindaco Tiziano Tagliani e l'assessore Aldo Modonesi hanno dato disposizione alle squadre di tecnici comunali e della Protezione Civile di procedere immediatamente a nuove verifiche sulle condizioni degli stabili di competenza comunale. Dopo le prime sommarie analisi non sono stati rilevati danni particolari.

Tempestiva anche la riattivazione dei call center nella sede della Protezione Civile di via Marconi per segnalare emergenze e necessità abitative nonché danni agli edifici o situazioni di pericolo degli stessi: 0532-771546 e 771585 oppure 0532-418756 e 418738 (Protezione Civile - sede Comune di Ferrara, via Marconi 35/39). Per altre segnalazioni non urgenti, per informazioni, modulistica, richieste di sopralluogo e di accoglienza presso le strutture è possibile rivolgersi anche all’URP Informacittà di via Spadari 2/2 dalle 8 alle 20. Negli stessi orari saranno attivi i seguenti numeri telefonici: 0532 / 419770 - 419757 - 419766 e il numero verde 800 225830 (chiamata gratuita da telefoni di rete fissa ubicati nel territorio comunale).

Il sindaco Tiziano Tagliani ha predisposto l'ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale da oggi, 29 maggio, fino a giovedì 31 maggio (compreso) e durante un incontro appena concluso con la Presidente della Provincia, ha concordato la necessità di chiudere anticipatamente le scuole statali di ogni ordine e grado, salvaguardando solo le materne agibili. Sentiti alcuni Dirigenti scolastici e l'Ufficio scolastico Regionale, entro oggi la richiesta sarà inviata dalla Marcella Zappaterra al Ministero dell'Istruzione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.