25 maggio 2012 - Ferrara, Cento, Cronaca

Terremoto: ancora scosse

Ferrara – Ancora un’altra notte scandita da scosse di assestamento a Ferrara e provincia; la più forte, distintamente avvertita dalla popolazione tra le province di Ferrara, Modena e Mantova alle 7,27 del mattino.

Secondo i rilievi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia la scossa sarebbe stata di magnitudo 3.2 e l’epicentro si situerebbe fra Finale Emilia, Bondeno e Felonica. Allo sciame sismico stanotte si è poi aggiunto il maltempo a creare disagi e paura ai terremotati ospitati nei campi della Protezione Civile.

Ieri in mattinata il ministro dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi, ha visitato i luoghi colpiti dal sisma. Il ministro, appurato che in molti paesi il terremoto ha provocato gli stessi danni che avrebbe potuto provocare una guerra, ha promesso risorse specifiche per il recupero dei beni culturali, una delle emergenze di questo terremoto. Le operazioni di “soccorso” al patrimonio artistico cominceranno a breve: già la prossima settimana gli esperti del ministero per i Beni culturali daranno inizio alla schedatura delle opere ferite dal sisma, che saranno prelevate dalle macerie e custodite a Sassuolo, dove verranno custodite e restaurate.

Intanto il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli ieri ha siglato un’ordinanza, oggi pubblicata in Gazzetta Ufficiale, nella quale sono stati stanziati 10 milioni di euro per i primi interventi urgenti nelle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova. Arriveranno i primi contributi: alle famiglie la cui casa è stata distrutta o sgomberata: fino a un massimo di 600 euro al mese ''per l'autonoma sistemazione'' e, comunque, nel limite di 100 euro per ogni componente del nucleo familiare.

Da domani, e poi per i prossimi giorni, sono in programma i funerali delle vittime del sisma di domenica 20.

Data l’inagibilità delle chiese, l’ultimo saluto a Leonardo Ansaloni, 51 anni, l’operaio morto sotto il crollo del capannone delle Ceramiche Sant’Agostino terrà sabato pomeriggio al campo sportivo di Bondeno, mentre quelli di Gerardo Cesaro, morto nel crollo del tetto della Tecopress, si terranno nello stesso pomeriggio nella chiesa di Marmorta, frazione di Molinella. Lunedì mattina si terranno i funerali di Nevina Balboni, la centoduenne morta sotto le macerie del suo casolare di campagna a San Carlo, mentre i funerali di Nicola Cavicchi, 35 anni, di San Martino, anche lui morto sotto le macerie delle Ceramiche Sant’Agostino, saranno celebrati alla Sacra Famiglia di San Martino lunedì pomeriggio. La salma di Tari Maouch, 29 anni, vittima del crollo dell'Ursa di Stellata, domani mattina sarà trasportata in aereo in Marocco.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.