Violenza sulle donne e femminicidio: Ferrara si mobilita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ferrara - Venerdì 11 maggio alle 16, nella sala dell’Arengo della residenza municipale, l'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Ferrara organizza un incontro aperto a tutta la cittadinanza per condividere il tema ‘Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica’ ad un anno dalla presentazione a Istanbul.

L'iniziativa è inserita all'interno del progetto “8 marzo - 25 novembre. Un percorso di lavoro con le donne per le donne - con la città per la città”. Il tema della violenza sulle donne rimane purtroppo, come si verifica anche in questi giorni, prioritario. Le uccisioni di donne da parte di famigliari, compagni, mariti, persone che hanno o hanno avuto rapporti sentimentali con le vittime, assumono la valenza di una vera emergenza sociale.

Sono ad oggi 60 le donne uccise nel nostro Paese dall’inizio dell’anno e altrettanto drammatici, e sempre sottostimati, sono i dati relativi alle richieste di aiuto da parte di donne che subiscono violenza.

Interverranno al dibattito l’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Ferrara Deanna Marescotti, la docente di Diritto dell’Unione Europea dell’Università di Ferrara Cristiana Fioravanti, la consigliera di Parità della Provincia Donatella Orioli e la presidente del Centro Donna Giustizia di Ferrara Paola Castagnotto.

L'incontro, organizzato in collaborazione con il Centro Donna Giustizia, sarà occasione per conoscere ed approfondire questo importante strumento giuridico internazionale e per tenere alta l'attenzione sulla necessità che il nostro Paese lo sottoscriva e lo ratifichi.

I femminicidi e la violenza nei confronti delle donne costituiscono una violazione dei diritti umani, sono manifestazione dei rapporti di forza storicamente diseguali tra i sessi e sono alimentati da un clima sociale, culturale ed economico discriminatorio. Chiedere la firma e la ratifica da parte dell’Italia della Convenzione è rimarcare un impegno civile, oltre che politico e legislativo, finalizzato a prevenire la violenza e a sostenere le vittime, per una convivenza sociale più giusta.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Commenti Recenti