4 maggio 2012 - Ferrara, Cronaca, Eventi

Pronti al via: si parte per Cona

Ferrara - Inizierà con tre giorni intensi la prima fase di trasferimento dei pazienti delle degenze da Corso Giovecca a Cona: l’otto, il nove e il dieci maggio si trasferiscono Medicina Interna Universitaria, Clinica Medica, Medicina Interna Ospedaliera; Geriatria, Gastroenterologia/Ortogeriatria, Malattie Infettive; Medicina Interna Ospedaliera 2^ (ex Medicina ad Alta Rotazione - MAR).

Prima del trasferimento il personale sanitario compilerà, per ogni paziente da trasportare, un’apposita scheda predisposta dalla Centrale Operativa del 118; il Coordinatore 118 (Marco Orioli) passerà il giorno prima, presso ogni Unità Operativa da trasferire, per visionare i pazienti e le loro condizioni, dando o meno il nulla osta relativamente a ciascun paziente. Al momento sono 80 i pazienti che dovrebbero essere “traslocati” ma le cifre certe non si avranno fino a lunedì sera.

I pazienti verranno trasferiti fra le ore 8 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 20, i primi verranno fatti muovere dopo la colazione e le terapie del mattino. Tutti i pazienti avranno un piccolo bagaglio con gli effetti personali mentre eventuali bagagli ingombranti (tv, pacchi di pannoloni, ecc.) saranno dati in gestione ai parenti o ai care giver (per esempio le badanti). I pazienti che possono stare seduti sulla sedia a rotelle o che camminano verranno accompagnati dagli Operatori del Servizio Trasporti Infermi presso il punto di raccolta, all’area trasporto infermi della nuova entrata S. Rocco, dove saranno presenti i mezzi per il trasferimento a Cona mentre i pazienti in barella saranno prelevati direttamente dal personale del 118 (proprio per evitare inutili traslochi da barella a barella).

Numerosi i mezzi impegnati nelle operazioni : la Centrale Operativa del 118 metterà a disposizione 1 ambulanza con un autista soccorritore e 1 infermiere ed 1 automedica con 1 medico ed 1 infermiere; la sezione di Ferrara della Croce Rossa Italiana (CRI) metterà a disposizione 8 ambulanze e 1 pullmino: ogni ambulanza avrà a bordo 1 autista soccorritore e 1 secondo operatore (soccorritore), tutti facenti parte della CRI. Per garantire ausilio alle operazioni di assistenza dei pazienti la Croce Rossa mette a disposizione tutti i giorni almeno 4 volontari, distribuiti fra l’area Trasporti Infermi del S. Anna in corso Giovecca e la Camera Calda di Cona.

Un infermiere del 118 sarà presente presso la sede della CRI al fine di coordinare tutte le operazioni di trasporto. Non sarà consentito a parenti o accompagnatori di salire in autoambulanza al seguito dell’assistito, quindi questi potranno attendere l’arrivo dei pazienti già presso la nuova struttura, giacché ogni paziente trasferito avrà già i dati della sua destinazione finale: dipartimento, stanza e letto assegnatogli. 

Il percorso previsto per la carovana dei mezzi sarà il seguente: uscita San Rocco, piazzale Medaglie d’Oro, via Pomposa, nuova Circonvallazione-Bretella verso Cona, via Palmirano – gli organizzatori hanno quantificato in circa 45 minuti la durata del tragitto di trasferimento; una volta “consegnato” il paziente trasportato ogni mezzo tornerà a Corso Giovecca per prenderne in carico un altro.

Il punto di arrivo dei pazienti a Cona è stato individuato nella Camera Calda (a servizio del Pronto Soccorso) ed il trasporto alle Unità Operative sarà a carico della ditta CIDAS che si è aggiudicata l’appalto. Sul posto saranno presenti tecnici referenti dell’Azienda, un infermiere ed il Coordinatore del 118 che sovraintenderà alle operazioni di trasferimento dei pazienti presso i reparti assegnati.

In occasione delle prime fasi del trasferimento tutte le strutture ospedaliere del territorio, nonché quelle regionali, sono state allertate: tutte le strutture hanno confermato la propria disponibilità ad accogliere – in caso ce ne fosse la necessità- pazienti provenienti da Ferrara.

Come da programma saranno garantite le prestazioni urgenti, mentre le prestazioni programmate sono state già riorganizzate in funzione del trasloco dei dipartimenti e dei macchinari. Anche la gestione del personale è stata organizzata in modo da non creare disagi: raddoppiati i turni, sia per il personale diurno che per quello notturno.

Secondo il programma della Direzione fra due settimane avverrà il trasferimento del Day Hospital e lunedì 21 sarà la volta dei dipartimenti specialistici. Entro la fine del mese di maggio sarà operativo a Cona anche il Pronto Soccorso e quindi la pratica di trasferimento verrà definitivamente chiusa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.