Vulandra dà il suo arrivederci

27 Aprile 2012 |  Sport | Cronaca | Eventi | Ferrara |

Vulandra chiude in bellezza dando l'arrivederci in vista dell'edizione 2013. Al momento di tirare le somme, il bilancio non può che essere positivo, sotto ogni aspetto: nonostante le previsioni come ogni anno inceerte, il sole ha dominato lasciando alla pioggia soltanto il mattino di martedì, il giusto per annaffiare e mantenere verde un bellissimo prato curato dai ragazzi della cooperativa Camelot.
Questo non è tutto, in quanto al parco, per questa 33° edizione, si è presentato anche l'ospite d'onore: il vento, variabile nei 5 giorni e molto intenso domenica e martedì, ha permesso a tutti i gruppi aquilonistici presenti di alzare in volo, a turno, a seconda delle condizioni ideali, le loro creazioni volanti più grandi e ardite, tra cui il lunghissimo treno di losanghe e la navicella spaziale dei ferraresi di Vulandra, il treno tema dell'edizione “Alì babà e i 40 aquiloni” del gruppo di Alba (CN) “AAA Cercasi Vento” e i “Globos” dei gruppi colombiani “Borea” e “Bimana”.
La soddisfazione degli organizzatori e dei sostenitori del festival – Arci Ferrara, Gruppo Aquilonisti Vulandra, Centro di Promozione Sociale “Il Quadrifoglio” di Pontelagoscuro, Comune e Provincia di Ferrara – è tanta, a fronte delle circa 50.000 presenze suddivise nei 5 giorni, con il parco già affollatissimo di primo mattino nelle giornate di punta del weekend e del 25 aprile, dove a farla da padrone sono stati i bambini.
Un festival concepito a loro dimensione, dove alle attività – tutte assolutamente libere e gratuite – organizzate dal gruppo Vulandra, si sono affiancati i laboratori di esplorazione ambientale di Casa Lea, i giochi didattici de “La Terra dell'Orso/Natura E'” e soprattutto i giochi gonfiabili dei Fratelli Bisi, che hanno consentito con il loro supporto insostituibile di realizzare l'edizione 2012.
Basti pensare che più di mille sono stati i bambini che hanno partecipato al laboratorio “La fabbrica dell'aquilone” promosso dal gruppo, dati certi in quanto il materiale preparato come di consueto in abbondanza e offerto da Yondell Basell è andato completamente esaurito.
Nella giornata di martedì 24 aprile, giornata di “riposo” per gli aquilonisti lo staff del gruppo Vulandra si è dedicato alla realizzazine di laboratori per scolaresche, programmati, come nel caso della scuola elementare “Don Milani” di Ferrara, e improvvisate, per premiare la scelta della classe 3° dell' IIS “Falcone” di Palazzolo sull'Oglio (BS) di raggiungere Vulandra e il parco Bassani durante la loro gita scolastica a Ferrara, annunciatisi via pagina Facebook del gruppo.
L'interesse verso il festival e verso i valori da questo espressi è stato riscontrato in maniera diretta sul campo, vista la nutrita presenza di cittadini portatori di handicap, e di ciclisti – sia in tenuta da corsa sia con la classica city-bike a braccio – segno che le campagne di impegno e sensibilizzazione verso il sociale e l'ambiente hanno funzionato.
Anche le mostre fotografiche correlate alla manifestazione hanno riscosso notevole successo, visti i 200 visitatori all'ora per la mostra itinerante di Gas Gas Kite posizionata sul campo e gli oltre 1.000 visitatori per la personale di Franco Mammana allestita presso la porta degli Angeli, avamposto sulle mura cittadine.
É il festival che si protende verso il centro cittadino, e dall'alto della torretta la vista è mozzafiato e, ai capi di un'unica linea retta – corso Ercole I d'Este, l'orizzonte è delimitato dal Castello Estense e dal cielo del parco costellato di aquiloni.
Il festival Vulandra 2012 è stato organizzato dal Gruppo Aquilonisti Vulandra e da Arci Ferrara,  con il patrocinio e il sostegno del  Comune e della Provincia di Ferrara, della Regione Emilia Romagna, con  la collaborazione insostituibile del Centro di Promozione Sociale “il Quadrifoglio” di Pontelagoscuro e dei Fratelli Bisi e con il prezioso contributo di Cooperativa Sociale Camelot, Yara, Cassa di Risparmio di Ferrara, RB bevande, Ami, Nuova Sportiva, Terra dell’Orso e Natura È.
L'augurio è di ritrovare tutti – sostenitori e pubblico, vecchi e nuovi – per dare vita ad una ancora più esaltante edizione 2013.

Commenti

una bella manifestazione con

una bella manifestazione con tante famiglie. la gioia di tanti bambini. un rammarico: le prime edizioni avevano una impronta "agonistica" che conferiva una grande spettacolarità all'evento. recuperare una parte di quello spirito aumenterebbe l'interesse del pubblico

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <p> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
You24
Tavolazzi torna alla carica: Hera nasconde la verità -
I Grilli Estensi sulla sicurezza in città -
Il PD nella Cento del Futuro -
arte
Galleria Tortora Agostino -
Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Filippo De Pisis" -
Galleria Lux -

Contenuti più visti