26 aprile 2012 - Ferrara, Cento, Cronaca, Economia & Lavoro

A Cento premiati gli imprenditori "di lungo corso"

Consegnati a Cento i riconoscimenti Cna agli imprenditori di lungo corso, alla presenza di rappresentanti delle istituzioni e delle banche Un sistema produttivo e imprenditoriale da difendere e sostenere con spirito di coesione. Una cerimonia sentita e partecipata, ma anche l’occasione per toccare temi decisivi per il sistema produttivo e imprenditoriale di Cento.

Sono stati oltre cinquanta gli imprenditori e imprenditrici, associati da oltre 35 anni alla Cna, che hanno ricevuto il riconoscimento per il contributo offerto allo sviluppo dell’Associazione e all’economia locale.

“Persone di cui siamo orgogliosi - spiega il presidente della Sede di Cento e Sant’Agostino, che ha condotto la recente cerimonia, tenutasi a Palazzo del Governatore - protagoniste dello sviluppo di una tra le economie più competitive della nostra provincia, tutt’ora impegnate a far fronte alle esigenze delle proprie aziende, in un momento molto difficile”.

Alla cerimonia del 21 aprile erano presenti alla Sala Zarri, oltre ai dirigenti della Cna, Minarelli e al direttore provinciale Corradino Merli, rappresentanti del mondo bancario, come il direttore della Cassa di Risparmio di Cento Ivan Damiano e il presidente della Banca di Credito cooperativo di Corporeno, Giuseppe Accorsi e delle Amministrazioni comunali, con il sindaco di Cento Piero Lodi e il vice-sindaco di Sant’Agostino, Roberto Lodi; la vice-presidente della Provincia Carlotta Gaiani.

“Abbiamo chiesto agli Istituti bancari - puntualizza Minarelli – di farsi carico del tema del credito alle piccole e medi imprese del territorio, in una fase nella quale queste sono messe a dura prova. E’ questo un punto assolutamente vitale per la tenuta di tante nostre imprese valide, capaci e competitive. Da questo punto di vista ho rivolto un invito agli istituti bancari a rendersi conto più da vicino di questa realtà, prendendo contatto direttamente con le imprese, per verificarne il merito e la qualità”.

Alle istituzioni il presidente Minarelli ha chiesto impegno e “buon senso”, non aggiungendo alle imprese eccessivi e insopportabili livelli di tassazione locale a quella nazionale. D’altra parte, in un “momento in cui tutto sta cambiando – aveva affermato il direttore della Cna Merli – occorre far leva sui valori di fondo di questo territorio, come quello della coesione”. Tema sul quale ha trovato la più ampia condivisione degli intervenuti, come l’assessore provinciale Carlotta Gaiani che ha rilevato: “Quello che possiamo oggi mettere in campo e che costituisce una delle nostre migliori risorse, è l’unità dei protagonisti della nostra realtà locale”.

Dopo la riflessioni, seguite da un attento pubblico, la consegna dei riconoscimenti accolti dagli imprenditori “di lungo corso” con emozione in un clima di festa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.