28 marzo 2012 - Ferrara, Cronaca

"Disturbi del movimento inusuali", il convegno a Palazzo Racchetta

Prevista una sessione finale per la discussione dei casi clinici

Si svolgerà venerdì 30 marzo, presso Palazzo della Racchetta in via Vaspergolo 6/A a Ferrara, il terzo corso di aggiornamento su “Disturbi del movimento inusuali ed aspetti psichiatrici nelle patologie dei gangli della base”.

Tic, manierismi e stereotipie sono considerati atti ripetitivi complessi senza scopo preciso e privi di funzione nel contesto. Da sempre ritenuti quadri comportamentali appartenenti alla patologia psichiatrica o secondari ad anomalie dello sviluppo infantile (autismo, ritardo mentale), questi disturbi sono sempre più frequentemente campo di interesse anche per gli specialisti neurologi che si occupano di disordini del movimento. In ambito neurologico è, infatti, non è insolito che ci s’imbatta in sintomi atipici e inusuali ed in quadri sindromici complessi ove il confine tra patologia psichiatrica e neurologica è spesso labile e dove spesso l’una rappresenta il continuum dell’altra.

Patologie rare come la Corea di Huntington, le neuroacantocitosi, la malattia di Wilson, ma anche le malattie da accumulo di metalli rappresentano la tipologia di disturbo che coinvolge il neurologo e lo psichiatra nella gestione di complessi percorsi diagnostico- terapeutici. Viceversa, in ambito psichiatrico sono sempre più numerosi i dati di letteratura che hanno documentato la stretta correlazione tra alterazione funzionale dei circuiti gangli della base e sviluppo di psicosi con associato disordine del movimento, ipotizzando una genesi fisiopatologica comune per entrambi i disturbi.

L'evento ha pertanto come obiettivo quello di approfondire e diffondere la conoscenza in merito a quelle patologie neurologiche nelle quali sono presenti disturbi del movimento inusuali e nel contempo di puntualizzare anche la componente psichiatrica presente nelle diverse patologie dei gangli della base. I lavori saranno orientati a fornire strumenti per migliorare la comunicazione dei vari specialisti neurologi, psichiatri e psicologi che si occupano del paziente con disordini del movimento.

Gli interventi coordinati di specialisti neurologi e psichiatri hanno l’obiettivo di descrivere in maniera sistematica sia l’aspetto neurologico che psichiatrico di ogni patologia trattata facendo riferimento alle più recenti evidenze presenti in letteratura ma soprattutto alla propria esperienza personale con lo scopo di creare una integrazione di specifiche competenze per una gestione condivisa di tali patologie sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico.

E’ inoltre prevista una sessione video finale nella quale docenti e discenti potranno discutere insieme di casi clinici di particolare interesse.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi