17 gennaio 2012 - Ferrara, Cultura e Spettacoli

Un convegno sugli errori in chirurgia

Dalla tutela legale dell'operatore ai diritti del paziente

Si chiama “Nomos e Physis: errori in chirurgia tra tutela legale dell'operatore e diritti del paziente” il corso organizzato da Francesco Mascoli (Direttore del Dipartimento Chirurgico dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Ferrara) che si svolgerà il 19 gennaio dalle 15 alle 18 presso l'Aula Magna delle Nuove Cliniche dell'Ospedale Sant'Anna.

Si tratta di un appuntamento scientifico aperto a medici, infermieri e studenti e anche pazienti (o comunque a chiunque ne sia interessato) e riguarda il tema delicato della "malpractice" soprattutto in ambito chirurgico. Purtroppo negli ultimi 10 anni il contenzioso dipendente - malasanità è aumentato del 200% nella realtà italiana.

Grazie ad una tavola rotonda verranno analizzati alcuni temi medico-legali affrontati dal punto di vista del chirurgo, del medico legale, dei giuristi e dell'assicuratore, i quali cercheranno di chiarire alcuni concetti come la colpa medica, ma anche la responsabilità per l'attività medica ed infermieristica in equipe, e cercheranno di individuare le strategie per prevenire gli errori chirurgici. Interverranno professionisti e luminari della realtà italiana e ferrarese come il prof. Renzo Dionigi, chirurgo e rettore dell'Università dell'Insubria, il prof. Alberto Liboni, chirurgo e Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Ferrara, Il dott. Stefano Bonilauri, Direttore della Chirurgia Generale di Reggio Emilia, il prof. Francesco Maria Avato, Professore di Medicina Legale dell'Università degli Studi di Ferrara, il prof. Guido Casaroli, Professore di Diritto Penale della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Ferrara, Il Giudice Civile del Tribunale di Ferrara dott. Angelo Cerulo, il Presidente dell'Ordine dei Medici di Ferrara, dott. Bruno di Lascio.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi