7 novembre 2011 - Ferrara, Cultura e Spettacoli

Focus sui musei ferraresi

Un convegno per capire criticità e prospettive

L’associazione Amici dei Musei e Monumenti Ferraresi, fondata nel 1983 da Antonio Rossi ed ora guidata da Gianni Venturi, promuove il convegno “Musei a Ferrara: problemi e prospettive”, che si terrà il 18 e il 19 novembre presso il Museo Nazionale Archeologico.

L’impegno statutario è quello di dare consapevolezza dell’importanza dei luoghi ove si conserva la memoria di Ferrara, di partecipare,con proposte e indicazioni, ai problemi della conservazione e della valorizzazione, della conoscenza e della tutela. A questo fine, con ‘polmoni larghi’, l’associazione in tutti questi anni ha organizzato cicli di incontri ad illustrare il patrimonio locale e quanto di importante è accaduto sul piano espositivo e istituzionale; relatori sono stati studiosi, italiani e stranieri, fra i più significativi, direttamente responsabili di prestigiosi musei o organizzatori di grande esposizioni.

A Ferrara molti sono stati i momenti di collaborazione, come in questo caso, con le Amministrazioni locali e con chi gestisce il patrimonio storico: dalle Soprintendenze alla Università, dal Comune alla Provincia. La Fondazione Carife, ad esempio, ha finanziato il restauro del Giudizio del Bastianino, nella Cattedrale: l’associazione lo ha affiancato con un ciclo di incontri sul pittore e sulla pittura ferrarese del XVI secolo. Il convegno è un ‘ritorno al museo’, per promuovere una generale verifica della situazione, dei problemi e delle prospettive: tanto più necessaria in un momento economicamente incerto e difficile.

“Riteniamo che il nostro patrimonio – scrive Venturi- sia una risorsa di civiltà che, se utilizzato e ben compreso, soprattutto dalle giovani generazioni, può essere strumento essenziale per uscire, positivamente, dalla attuale crisi. Crediamo nella collaborazione e nel dibattito:speriamo di essere riusciti a costruirne occasione”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.