8 aprile 2011 - Ferrara, Economia & Lavoro

Più sicurezza e sostegni alle imprese dell’autotrasporto

Sabato 9 aprile a Ferrara Assemblea provinciale degli autotrasportatori organizzata da Cna Fita e Fai

Le imprese dell’autotrasporto merci conto terzi della provincia di Ferrara, aderenti a Cna Fita e a FAI, si riuniscono sabato 9 aprile, alle ore 9,30 presso la sede della Cna in via Caldirolo per discutere i principali problemi della categoria e una serie di aspetti tecnici legati ad alcune novità normative, come il Contratto di servizi di autotrasporto in forma scritta.

Si tratta di una modifica all’art. 83 bis della legge di settore del 2008, introdotta dal Milleproroghe, “che richiama – spiega Umberto Taddia, responsabile provinciale di Cna Fita – uno dei punti più importanti sollevati dagli autotrasportatori, la sicurezza: un bene primario, che deve vedere il concorso di tutti i soggetti della filiera dell’autotrasporto. Purtroppo, il continuo abbassamento delle tariffe praticato dalla committenza va, sovente, a scapito degli autotrasportatori. Da questo punto di vista, l’articolo 83 bis vincola a precise responsabilità tutti coloro che operano nel settore”. Tra l’altro, il comparto dell’autotrasporto, che in provincia di Ferrara consta di quasi 1200 imprese, non vive certo un momento brillante sul piano economico.

“Il calo dei consumi, le difficoltà del settore edile e dell’industria in generale hanno provocato conseguenze pesanti a cascata sul comparto, lasciando i camion spesso fermi nei piazzali – continua Taddia – A questo andamento generale, si aggiungono problemi anche più legati al settore, come l’aumento esponenziale dei costi causati dal gasolio alle stelle e i problemi di liquidità per il continuo prolungamento dei pagamenti da parte della committenza (mediamente, ormai, attorno ai 150 – 180 giorni. Ora, speriamo che l’arrivo della raccolta stagionale dei prodotti ortofrutticoli porti un po’ d’ossigeno”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.