4 marzo 2011 - Ferrara, Cultura e Spettacoli

Tradizione del carnevale al Maf

Serie di iniziative culturali a San Bartolomeo in Bosco

Domenica 6 marzo, a partire dalle 15, la sala espositiva del Maf - Centro di documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese di San Bartolomeo in Bosco ospiterà un interessante incontro sulla tradizione del Carnevale, iniziativa promossa dal Comune di Ferrara, dallo stesso Maf e dall’associazione omonima.

Aprirà il pomeriggio culturale la presentazione della mostra di Mail Art “Spaventapasseri” (in parete fino al 27 marzo), proposta da varie istituzioni pubbliche e private tra cui la Provincia Autonoma di Trento, il Comune trentino di Roncegno Terme, l’Agenzia Provinciale per la protezione dell’Ambiente di Trento, il Centro di esperienza ambientale “Mulino Angeli”-Casa Museo degli Spaventapasseri, la Galleria Atrebates di Dozza (Bologna) e l’Associazione Arteinessere. La mostra focalizza l’inusuale e stimolante tema degli spaventapasseri (a protezione dei raccolti, ma anche segni tra magia e folklore) attraverso una serie di opere postali pervenute da artisti di tutto il mondo. E’ previsto, a breve, un incontro-scambio con la mostra di Mail Art sul mondo rurale in cambiamento promossa dal Maf, che verrà ospitata alla Casa-Museo degli Spaventapasseri di Roncegno Terme e che sancirà il gemellaggio culturale tra i due centri museali.

Farà quindi seguito la presentazione del libro, fresco di stampa, “Il Carnevale di Benedello”, di Giuliano Biolchini e Gian Paolo Borghi, incentrato su uno tra i più interessanti Carnevale della tradizione appenninica emiliana e dell’Italia settentrionale (Benedello è frazione del Comune modenese di Pavullo nel Frignano).

La parte centrale dell’incontro sarà riservata ad un concerto di musica popolare di Stefano Zuffi e della Pneumatica emiliano-romagnola, formazione di assoluto rispetto nel panorama musicale italiano del settore. Il collaudato e noto gruppo proporrà canti e musiche della tradizione emiliana e romagnola, resi noti anche dalle loro numerose incisioni discografiche. Il pomeriggio si concluderà con l’assegnazione del Premio Maf per il “1° Concorso di dolci tradizionali di Carnevale”, aperto a tutte (e a tutti) coloro che vorranno parteciparvi: domenica occorrerà consegnare al Maf un dolce carnevalesco casalingo, che verrà sottoposto al giudizio della giuria popolare, costituita da tutto il pubblico intervenuto. Un’occasione, quindi, sia per dimostrare le proprie abilità culinarie sia per assaggiare i dolci presentati, che si prevedono di alta qualità e in numero…interessante. L’ingresso, come al solito, è libero.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.