10 febbraio 2011 - Ferrara, Cronaca

Guardia di finanza, recuperati 200milioni di euro

Presentato il bilancio di tutte le attività svolte dalle fiamme gialle nel 2010

Il 2010 è stato per la guardia di finanza di Ferrara un anno particolarmente impegnativo su tutti i fronti istituzionali: dalla lotta all’evasione fiscale, alla tutela della spesa pubblica, al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, della criminalità economica e, non per ultimo, al traffico ed allo spaccio delle sostanze stupefacenti.

Per quanto riguarda il fenomeno dell’evasione fiscale, sono state eseguite circa 700 verifiche e controlli, con l’individuazione di 75 evasori totali e recuperando redditi non dichiarati per circa 140 milioni di euro, oltre a 60 milioni di euro di Iva dovuta.

In tale contesto particolarmente premiante è stata l’attività di indagine sui grandi fenomeni evasivi che ha portato alla scoperta di vere e proprie organizzazioni a delinquere, costituite a Ferrara e ramificate sull’intero territorio nazionale, finalizzate alla frode fiscale attraverso l’emissione e l’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti.

Notevole anche l’impegno profuso nel contrasto del fenomeno illecito del “sommerso da lavoro” che ha consentito di individuare 73 posizioni lavorative irregolari, quasi tutte relative a casi di lavoro nero.

L’attività a tutela della finanza pubblica e del bilancio dell’U.E., dello Stato delle Regioni e degli Enti Locali, tesa a salvaguardare il corretto impiego delle risorse pubbliche, è stata sviluppata attraverso le attività di controllo fiscale delle società e delle persone fisiche alle quali sono stati elargiti contributi pubblici. Sugli 80 controlli eseguiti , 40 sono risultate le persone fisiche denunciate per truffa ai danni dello Stato e falso.

Risultati significativi sono stati ottenuti nella costante ed impegnativa lotta allo al traffico ed allo spaccio delle sostanze stupefacenti: ben 43 sono state le persone arrestate, di cui 23 in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare, con il sequestro di oltre 2,5 kg di sostanze stupefacenti di vario tipo.

Nel settore del mercato dei capitali sono state effettuate 3 ispezioni antiriciclaggio nei confronti dei cosiddetti “Money Transfert” per la prevenzione del finanziamento al terrorismo internazionale, nonché sviluppate 42 segnalazioni di operazioni finanziarie sospette. In quest’ultimo settore operativo sono state contestate violazioni per trasferimenti irregolari di denaro per oltre 4.500.000 euro.

In tema di tutela dell’economia, sono state condotte numerose operazioni anticontraffazione con il sequestro di oltre 14000 capi ed accessori di abbigliamento contraffatti nonché di oltre 2000 cd e dvd illecitamente duplicati.

Sul fronte della difesa del consumatore sono stati eseguiti centinaia di controlli dei prezzi allo scopo di verificare eventuali speculazioni, sequestrati oltre nr. 755.000 artifici pirotecnici privi dei requisiti di sicurezza.

Per quanto concerne il fenomeno delle immigrazioni irregolari sono stati individuati 34 extracomunitari privi del permesso di soggiorno.

Il servizio di pubblica utilita’ “117”, ha ricevuto centinaia di chiamate per segnalare casi di lavoro nero, spaccio di sostanze stupefacenti, abusivismo commerciale, truffe, violazioni dei diritti dei consumatori o anche solo per chiedere consigli su materie di interesse istituzionale. Allo stesso servizio hanno fatto capo le oltre 1.400 pattuglie impiegate durante l’intero arco dell’anno 24 ore su 24, le quali hanno fornito il loro contribuito per il controllo del territorio al fine di concorre alla sicurezza della popolazione dell’intera provincia.

Nel corso del 2011 la guardia di finanza concentrerà le proprie energie, come per il passato, per la tutela dell’economia legale e del corretto funzionamento delle regole di mercato, assicurando ai bilanci dello Stato, dell’Unione Europea, delle Regioni e degli Enti locali la disponibilità ed il regolare impiego delle risorse necessarie al benessere della collettività ed al sostentamento delle politiche di rilancio e sviluppo economico sociale. A tale scopo, verrà garantito il costante impiego di risorse per il contrasto all’economia sommersa, alle frodi all’Iva, all’evasione fiscale internazionale ed a quella collegata agli altri illeciti economico-finanziari con l’obiettivo di recuperare somme sottratte alle casse pubbliche, di aggredire i patrimoni illeciti in mano alla criminalità organizzata, di impedire l’inquinamento del tessuto produttivo da parte di capitali di dubbia provenienza. Sarà anche garantita la lotta alla contraffazione ed alla pirateria, alle violazioni doganali, al traffico ed allo spaccio delle sostanze stupefacenti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi