28 settembre 2010 - Ferrara, Cronaca

Disabilità oltre l'assistenza

Un progetto per superare le difficoltà di inserimento lavorativo

Punta a superare le difficoltà di inserimento lavorativo per le persone con disabilità non gravi il progetto ‘Oltre l’assistenza – Il lavoro e l’autonomia’ che sarà candidato alla ripartizione delle risorse del Fondo Lire Unrra del Ministero dell’Interno. Destinatari del progetto, pensato sulla base delle indicazioni e dei bisogni rilevati dai Piani di Zona territoriali, saranno in particolare gli appartenenti alla cosiddetta ‘fascia grigia’, ossia le persone che presentano una situazione di disabilità tale da non richiedere l’inserimento in una struttura sociosanitaria, ma che non riescono a trovare occupazione autonomamente o con il sistema della legge 68.

La spesa complessivamente prevista per l’attuazione dell’iniziativa è di 350mila euro. Di questi, 200mila saranno richiesti come contributo al Ministero dell’Interno e, in particolare, al Dipartimento per le Libertà civili e l’immigrazione che gestisce il Fondo dell'Unrra, l’Amministrazione delle Nazioni Unite per l'assistenza e la riabilitazione, destinato, fra l’altro, a progetti per l’integrazione e la prevenzione di situazioni a rischio. La quota restante sarà finanziata dai diversi partner del progetto: Comune (30mila euro in spese di personale), Asp Centro Servizi alla persona (50mila euro), Cooperativa Integrazione Lavoro (40mila euro) e Centro di Formazione professionale (30mila euro).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.