17 agosto 2010 - Ferrara, Cronaca

Ferito carabiniere. Nello scooter, un tirapugni

Due giovani fermati nella notte a Viconovo. Uno dei due è irregolare

Nella notte tra lunedì 16 e martedì 17 agosto, verso l’una, i carabinieri di Villanova, durante un servizio perlustrativo a Viconovo, si sono insospettiti per uno scooter stranamente parcheggiato nei pressi di un civico di via Pomposa, all'altezza di Viconovo.

Perciò hanno avviato dei controlli nelle zone circostanti, in cerca di eventuali persone o tracce.

È stato così che da un frutteto vedono spuntare un giovane, che si sarebbe poi avvicinato al motociclo. Lo sottopongono a controllo e accertano che si tratta di un moldavo 24enne incensurato e regolare che, alla richiesta di chiarimenti, riferisce di essersi fermato per espletare un bisogno fisiologico.

I militari lo lasciano andare, ma dato che avevano notato che il soggetto aveva due caschi, decidono di appostarsi in posizione defilata, sicuri che sarebbe tornato sul posto.

Proprio pochi istanti dopo, il ragazzo torna infatti sul posto e dalla campagna arriva un altro soggetto, che sale con lui sul motociclo.

Si pongono all’inseguimento dei due, chiedendo l’ausilio dei colleghi del radiomobile. I carabinieri di Villanova fermano poco dopo i due giovani e, all’arrivo dell’altra pattuglia, li sottopongono a controllo accurato e perlustrano nuovamente le vicinanze, per appurare se vi siano tracce di eventuali furti perpetrati ai danni delle locali aziende agricole.

Il secondo ragazzo risulta essere un 22enne moldavo, incensurato, ma irregolare.

Dalla perquisizione personale e veicolare, i carabinieri rinvengono sullo scooter un coltello a serramanico e una noccoliera (un tirapugni, per intendersi). Data la situazione, i militari decidono di accompagnare i soggetti in caserma, per procedere ad una compiuta identificazione.

Ai due giovani vengono contestati due reati: porto di oggetti atti a offendere per il primo e clandestinità per il secondo.

Nel corso degli accertamenti, il 24enne provoca i militari: li minaccia, fino a sferrare un pugno ad uno di loro, provocandogli un trauma al polso. I sanitari lo giudicheranno guaribile in 10 giorni.

Per questo motivo il giovane è stato infine arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ma ne è stata disposta l’immediata liberazione da parte del magistrato di turno dato che era incensurato. Il suo compagno, invece, oltre che essere denunciato per clandestinità, è stato accompagnato in questura per gli atti di rito e, infine, a suo carico, è stato emesso un ordine di espulsione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.