12 luglio 2010 - Ferrara, Cronaca

La polizia in sciopero virtuale

Ugl: "Contro i tagli indiscriminati alle forze di polizia"

Domani, martedì 13 luglio, alle ore 12, presso l'aula Fardella della questura di Ferrara si terrà un'assemblea sindacale indetta dall'Ugl Polizia di Stato.
Parteciperanno Fabrizio Lotti, segretario nazionale Ugl Polizia e il consigliere nazionale Gianni Pollastri, insieme a Fabio Zaccarini, segretario provinciale generale dello stesso sindacato.
Tratteranno della manovra finanziaria e delle prospettive, anche pensionistiche, per i poliziotti, nonché delle iniziative programmatiche intraprese a livello locale.
"Dopo anni di sacrifici e dopo anni di battaglie - si legge su una nota del sindacato -, giunge il momento per un sindacato di polizia di fare ciò che nessuno ha mai fatto, ovvero scioperare. Il nostro sciopero sarà puramente virtuale e del tutto pacifico, in quanto in barba all'art. 40 della nostra Costituzione, noi poliziotti non abbiamo il diritto di scioperare".
I motivi che hanno portato ad indire tale sciopero, come spiega il sindacato, sono relativi alla "totale mancanza da parte dei governi di una politica riguardante la defiscalizzazione straordinaria, le indennità operative, la tredicesima, il riordino delle carriere, i benefici da parte di enti locali e i servizi gratuiti degli asili nido, degli alloggi e dei trasporti, nonché il quoziente familiare e l’ anticipo del Tfr. Ma - continua la nota - a questi punti vogliamo aggiungerci anche i tagli indiscriminati che questo governo ha fatto alle forze di polizia, che hanno portato nel nostro territorio alla totale mancanza di divise, di mezzi idonei a farci lavorare (autovetture, ponti radio, computer), di turn over dei colleghi che vanno in pensione. Per non parlare – aggiunge il sindacato - di un contratto scaduto dal 2008 e di una prospettiva che ci porterà a percepire il 50% dell'ultimo stipendio".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.