6 luglio 2010 - Ferrara, Cronaca

Peschereccio abusivo fermato ai Lidi

Duemila euro di sanzione a un'imbarcazione di Rimini che pescava troppo vicino alla costa

Appartiene alla marineria di Rimini il peschereccio che è stato fermato ieri notte al largo di Lido degli Estensi. Da molti giorni si sospettava della presenza di pescherecci non locali, di grandi dimensioni intenti a pescare troppo vicini alla costa approfittando del buio. Per questo motivo, dopo pazienti appostamenti, sono scattati i controlli di guardia costiera e carabinieri. Nel corso della notte, infatti, sono stati avvistati alcuni pescherecci che, sentitisi scoperti, si sono dati alla fuga. Ma uno di questi, un peschereccio di rimini di circa 30 metri con quattro persone di equipaggio, è stato fermato per accertamenti. Dal controllo radar è emerso che pescava trainando la rete a meno di due miglia dalla costa quando il limite minimo per tale tipo di pesca è di tre miglia.

Tale comportamento, vietato dai regolamenti comunitari e dalle norme nazionali, costituisce un grave attentato alla consistenza degli stock ittici perché consente il prelievo di forme giovanili di pesce ma, soprattutto, arreca gravi danni alla vita, anche vegetale, dei fondali. Al comandante e all’armatore sono stati comminati 2000 euro di sanzione ed è stata sequestrata la rete. La Guardia Costiera di Porto Garibaldi ricorda alle numerose imbarcazioni da pesca di Porto Garibaldi e Goro di rispettare le distanze minime di pesca dalla costa e i divieti di navigazione e pesca sanciti con ordinanza del capo del circondario marittimo. L’intensificazione dei controlli è dovuta alla definitiva entrata in vigore il 1° giugno 2010 del regolamento “Mediterraneo” dell’Unione Europea, una norma molto restrittiva per la marineria ma sicuramente fondamentale per la tutela dell’ecosistema e della biodiversità marina e sul rispetto della quale le forze dell’ordine garantiranno la massima vigilanza.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.