Coronavirus. Il decreto-legge con le misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese

Sospensioni e proroghe dei pagamenti, tutela per i lavoratori pubblici e privati

L'emergenza Coronavirus sta causando, in Emilia-Romagna e nel resto del Paese, molti problemi, sia dal punto di vista sanitario sia sul tessuto socio-economico nazionale, soprattutto per via delle conseguenze finanziarie delle disposizioni di sicurezza sanitaria emanate per contrastare l’emergenza epidemiologica.

E’ per queste motivazioni che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto-legge 2 marzo 2020 , n. 9 . con misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Sospensione e proroga di termini

Nel decreto (in allegato in fondo all'articolo) vi sono sospensioni e proroghe di termini:

  • relativi alla dichiarazione dei redditi precompilata 2020;
  • di versamento dei carichi affidati all’agente della riscossione;
  • termini per adempimenti e versamenti;
  • dei pagamenti delle utenze;
  • per il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria;
  • misure in favore dei beneficiari di mutui agevolati;
  • termini per versamenti assicurativi e alle camere di commercio;
  • versamenti, ritenute, contributi e premi per il settore turistico-alberghiero;
  • procedimenti amministrativi di competenza delle Autorità di pubblica sicurezza;
  • misure urgenti in materia di sospensione dei termini e rinvio delle udienze processuali;
  • proroga degli obblighi di segnalazione di cui agli articoli 14 e 15 del decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14;
  • proroga validità tessera sanitaria.

Misure in materia di lavoro privato e pubblico

Il decreto contiene anche misure in materia di lavoro privato e pubblico riguardanti:

  • norme speciali in materia di trattamento ordinario di integrazione salariale e assegno ordinario;
  • trattamento ordinario di integrazione salariale per le aziende che si trovano già in Cassa integrazione straordinaria;
  • cassa integrazione in deroga;
  • indennità lavoratori autonomi;
  • cassa integrazione in deroga per Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna;
  • misure di ausilio allo svolgimento del lavoro agile da parte dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni e degli organismi di diritto pubblico;
  • misure urgenti in materia di pubblico impiego;
  • presa di servizio di collaboratori scolastici nei territori colpiti dall’emergenza;
  • misure per la profilassi del personale delle Forze di polizia, delle Forze armate e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
  • misure per la funzionalità delle Forze di polizia, delle Forze armate, del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e delle Prefetture – U.t.G.;
  • misure urgenti per personale medico e infermieristico;
  • disposizioni per il personale impegnato nelle attività di assistenza e soccorso.

Sviluppo economico, istruzione, salute

Il decreto contiene ulteriori misure urgenti per il sostegno ai cittadini e alle imprese in materia di sviluppo economico, istruzione, salute:

  • fondo garanzia PMI;
  • estensione del fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa;
  • fondo SIMEST;
  • rimborso titoli di viaggio e pacchetti turistici;
  • misure urgenti relative al corso di formazione specifica in medicina generale triennio 2019-2022;
  • carta della famiglia;
  • donazioni anti spreco per il rilancio della solidarietà sociale;
  • conservazione validità anno scolastico 2019-2020;
  • misure per il settore agricolo;
  • disposizioni finalizzate a facilitare l’acquisizione di dispositivi di protezione e medicali.

Disposizioni finali e finanziarie

  • Disposizioni in materia di ordinanze contingibili e urgenti;
  • disposizioni finanziarie.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.