18 febbraio 2020 - Ferrara, Cronaca

Premio scuola digitale: due progetti di Ferrara alle selezioni regionali

Sul podio l'Istituto d'istruzione superiore Einaudi di Ferrara e l'Istituto comprensivo di Porto Garibaldi

Venerdì scorso, 14 febbraio 2020, si è conclusa nella Sala Boldini di Ferrara la fase provinciale della seconda edizione del Premio Scuola Digitale per l'anno scolastico 2019/2020, un'iniziativa del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, intesa a promuovere l'eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane nell'apprendimento e nell'insegnamento digitale.
Il Premio vuole favorire lo sviluppo delle migliori pratiche sul tema della didattica digitale innovativa, facendo emergere i migliori progetti di scuola digitale, previa selezione a livello locale (provinciale e/o territoriale), regionale e nazionale.
La competizione è stata organizzata, per il secondo anno consecutivo, dall'Istituto d'istruzione superiore "Copernico-Carpeggiani", individuata dal MIUR quale scuola capofila provinciale e ha visto quattro scuole di primo ciclo e cinque del secondo ciclo contendersi l'ambito premio di 1000 euro per ciascuna sezione.
Dopo un breve saluto del dirigente, dottor Roberto Giovannetti, la giuria ha avuto l'arduo compito di scegliere i progetti ritenuti più meritevoli, trovandosi a giudicare sia la produzione di brevi video che le presentazioni dal vivo a cura dei partecipanti. Un intervento dopo l'altro, si è avuto modo di apprezzare l'entusiasmo che ha caratterizzato la moltitudine di realtà coinvolte, a partire da allievi e docenti, e passando per gli organizzatori e i tecnici che hanno reso l'appuntamento particolarmente piacevole.
due progetti che sono risultati vincitori e che passeranno alla fase regionale, hanno saputo mettere in contatto il mondo digitale con la realtà urbana che gli studenti coinvolti hanno avuto modo di conoscere e approfondire: l'Istituto comprensivo di Porto Garibaldi si è infatti aggiudicato il primo premio del primo ciclo con un progetto dal titolo "ETwinners Town", mentre l'Istituto d'istruzione superiore "L. Einaudi" si è piazzato al primo posto nell'ambito del secondo ciclo con la realizzazione di un "Museo Casa Romei in 3D", passibile di ulteriore sviluppo sia nell'ambito dei videogame che quale primo passo verso la creazione di una app disponibile per i turisti affinché possano visitare virtualmente i luoghi più belli di Ferrara prima di recarvisi di persona.
Inoltre si è parlato di "SmartGreenHouse" (Istituto comprensivo "Cosmé Tura"), di Robotica (con la Robohand dell'Istituto d'istruzione superiore "Rita Levi Montalcini" di Argenta, il progetto "Nuove Tecnologie ROBO-COD1" dell'Istituto Comprensivo "A. Zappata" di Comacchio e la creazione di website (quale il Libro di Pietra dell'Istituto d'istruzione superiore "Copernico-Carpeggiani", che per la prima volta offre un portale esaustivo, ricco di materiale d'archivio, sulla facciata della Cattedrale). Anche queste quattro scuole finaliste hanno ricevuto quale riconoscimento un kit di Arduino, che potrà essere utile per portare avanti la ricerca già avviata e presentata al Premio.
La mattinata è stata animata dalle performance musicali e coreografiche a cura del liceo "G. Carducci" e inframezzata da una bellissima sfilata di moda con abiti ispirati ai quadri di Giovanni Boldini, realizzati dagli allievi del settore moda dell'Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato "Ercole I D'Este", nonché - dulcis in fundo - un vestito rosso fiammante ispirato a San Valentino, la cui ricorrenza cadeva proprio il giorno in cui si è svolta la premiazione.

La giuria è stata presieduta da Giulio Santini dell'UST e composta da Fabrizio Riguzzi di UniFe, Alessandro Zangara dell'Ufficio Stampa Comune di Ferrara, Luca Farinelli del Servizio Marconi, Mario Zappaterra dell'Unità Operativa Giovani del Comune di Ferrara e Daniele Ponselé, rappresentante di Confindustria.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.