4 gennaio 2020 - Ferrara, Comacchio, Cronaca

Le "Sardine" scendono in piazza a Comacchio

L'appuntamento è per domenica 12 gennaio

Dopo le manifestazioni che in tante città hanno visto scendere in piazza milioni di persone stretti come "sardine", anche Comacchio si prepara ad essere invasa dalle "6ooo sardine".

L’iniziativa “La Bassa non si Lega” è in programma per domenica 12 gennaio 2020, dalle 15.30 ai Trepponti di Comacchio. L'organizzazione dell'evento è stata supportata dal gruppo ufficiale delle "6000 Sardine" e dal gruppo ferrarese delle Sardine".

 

"Care sardine Emiliano Romagnole, torniamo in piazza. - si legge nell'evento presente su Facebook - Dalle foci verso il mare aperto, siamo pronte ad invadere la bellissima Comacchio e tutta la provincia ferrarese. Sleghiamo non solo la città di Ferrara ma il territorio tutto, dalla degenerazione delle destre e del populismo che spesso - anche a livello locale - trova territorio di conquista. La vita è bella ed è diversa da quella che ci descrivono: la paura del diverso, la frustrazione di gente che non uscendo più di casa è soggetta alla propaganda dei social, spesso intrisa di fake e di odio, senza dimenticare l’episodio razzista accaduto a Goro. I ferraresi, soprattutto la gente delle valli, sono diversi! Sono gente di mare e di fiume, sono la vera storia delle bonifiche, degli agricoltori, abitanti di un paesaggio unico nel suo genere in tutta Europa.

Care sardine entriamo in tutti i canali, superiamo le chiuse delle pompe idrovore, e risaliamo verso il mare!
Il 12 gennaio tutti a Comacchio‼"

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni