3 dicembre 2019 - Ferrara, Cronaca

Fabbri si offende per le parole di Guccini sulla vittoria della Lega a Ferrara

Il cantautore si è detto "dispiaciuto della vittoria della Lega a Ferrara"

"Ho letto le parole di Francesco Guccini e, lo ammetto, mi hanno fatto male”. In questo modo, il Sindaco di Ferrara Alan Fabbri, ha commentato l’intervista che il cantautore e scrittore Francesco Guccini ha rilasciato nei giorni scorsi al Corriere della Sera.

Nell’intervista veniva chiesto al celebre cantautore cosa pensasse di una ipotetica vittoria della Lega alle elezioni regionali di gennaio 2020. Guccini si è detto fiducioso di una sconfitta della Lega alle regionali in Emilia-Romagna perché “questa è una Regione governata bene”, e quando il giornalista del Corriere gli ha ricordato che però Salvini ha già conquistato Ferrara, ha affermato di esserci rimasto male per questo ma non del tutto stupito dal fatto, “in fin dei conti pure il fascismo fu subito molto forte a Ferrara”. Nell’intervista il maestro continua affermando che la destra che oggi è presente in Italia è una destra feroce, cattiva.

Dopo aver letto l’intervista al grande cantautore, il Sindaco Fabbri  ha affermato che “è triste pensare che proprio lui, il poeta capace di guardare dentro alle cose, le abbia pronunciate sull'onda del pregiudizio, quello sì fomentatore di odio, che in Italia il Pd cavalca quotidianamente contro la Lega”.

“Prendo le sue parole come quelle di un nonno affettuoso - ha continuato Fabbri - che davanti ad una novità, come prima reazione, si tira indietro e la giudica male, senza conoscerla”. E si è poi detto disponibile a un incontro con l’artista: “magari per una chiacchierata davanti ad un bicchiere di vino, a Ferrara, nella sua Pavana o, se preferisce, a Bologna in una delle tante osterie di fuori porta".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.