25 novembre 2019 - Ferrara, Cronaca, Eventi

Sabato 30 novembre le "Sardine" scenderanno in piazza anche a Ferrara

Questo sabato alle ore 20:00 in Piazza Castello

Nonostante la cancellazione della pagina ufficiale delle 6000 sardine di Bologna, dal gruppo ferrarese delle Sardine arriva la conferma dell'evento che si terrà a Ferrara questo sabato, 30 novembre, alle ore 20:00 in Piazza Castello.

L’evento che è stato oscurato a seguito della cancellazione della pagina nazionale aveva circa 10 mila Persone coinvolte e oltre 2000 condivisioni. Nonostante questo è già apparso su Facebook un nuovo evento per confermare il flash mob delle Sardine di Ferrara: https://www.facebook.com/events/1345980275568712/

 

Nella descrizione dell'evento di sabato, gli organizzatori hanno raccontato brevemente i motivi che spingono a scendere nelle piazze: "Quante volte avresti voluto metterci la faccia e poi ci hai ripensato? Quante volte ti è salito il mal di pancia leggendo i commenti sotto i post della Lega? Quante volte ti sei detto “non può essere vero”? Bene, è venuto il momento di cambiare l’inerzia della retorica populista, di dimostrare che i numeri contano più della prepotenza, che la testa viene prima della pancia e che le persone vengono prima degli account social. E soprattutto è venuto il momento di dimostrare che A FERRARA SIAMO PIU’ DI LORO". 

Il movimento delle sardine è nato a Bologna la scorsa settimana per contrastare l'avanzata leghista in Emilia Romagna, e per Ferrara, che dal giugno scorso ha una Giunta leghista a governare la città il motto è diventato "Ferrara si SLega". L'obiettivo è quello di riempire piazza Castello con 6000 sardine, ma nessuna bandiera e nessun partito saranno presenti alla manifestazione di sabato. Quante sardine ci stanno in piazza Castello? 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.