4 novembre 2019 - Ferrara, Cento, Cronaca

Caricento sostiene gli agricoltori contro la cimice asiatica

Stanziato un plafond di 10 milioni di euro a per contrastare i danni da cimice asiatica

Cento – La Cassa di Risparmio di Cento ha istituito un plafond di 10 milioni di euro destinato a supportare gli imprenditori del settore agricolo per affrontare i danni provocati dalle cimici asiatiche.

L’enorme diffusione di questi insetti ha provocato infatti enormi disagi alle coltivazioni orticole e ortofrutticole del territorio ferrarese, obbligando gli imprenditori ad adottare misure di emergenza atte a prevenire o recuperare i danni causati da questa tipologia di cimici ed altri insetti. Con l’obiettivo di far fronte a questa esigenza in tempi rapidi, Caricento ha deciso di mettere a disposizione degli agricoltori finanziamenti accessibili con un procedimento di istruttoria veloce ed agevolato. Ciascuna azienda potrà richiedere fino a 200 mila euro in 60 mesi con un periodo di preammortamento di 18 mesi.

Oltre ai disagi provocati dalla cimice asiatica, i finanziamenti possono essere richiesti anche per ovviare ai danni provocati da eventi atmosferici di forte intensità o siccità.

La filiali e i consulenti specializzati della Cassa di Risparmio di Cento si dichiarano a disposizione per valutare ogni esigenza degli imprenditori.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi