23 ottobre 2019 - Ferrara, Cronaca

Bonus extra per asili nido: rette ridotte a famiglie ferraresi

Il Comune investe 100.000 euro per ampliare le fasce di reddito

Sono 747 i bambini iscritti ai nidi comunali per l'anno educativo 2019/20, e a tutte le famiglie che presentano la certificazione Isee al fine di usufruire della tarrifazione agevolata la retta è stata ridotta del 60%. Il bonus regionale riservato alle famiglie con Isee inferiore ai 26.000 euro ha permesso di abbattere le rette per 503 bimbi di cui 9 non residenti e 111 stranieri, il bonus aggiuntivo che il Comune ha erogato riservandolo alle famiglie residenti ha sostenuto l'iscrizione di 73 bimbi tutti residenti e tutti italiani.

Questi i risultati del bonus extra che il Comune di Ferrara ha aggiunto al progetto regionale che prevede in via sperimentale per l'anno educativo 2019/2020 un sostegno economico alle famiglie pari al 60% della retta per i minori iscritti in possesso di Dichiarazione ISEE non superiore a 26.000 euro.

Con un investimento di 100.000 euro il Comune ha deciso di ampliare le fasce di reddito a cui è dedicata la riduzione, comprendendo anche le famiglie residenti nel Comune di Ferrara, con dichiarazione Isee da 26.000 euro fino a 45.000 euro (corrispondenti alle attuali fasce 13, 14 e 15), ampliando così, in modo significativo, il numero delle famiglie interessate dalla riduzione.
"Il successo della misura è evidente: sono state supportate anche quelle famiglie ferraresi nelle quali lavorano entrambi i genitori e che dunque hanno assoluta necessità di usufruire dei servizi educativi, ma che, paradossalmente, di norma vengono escluse dagli aiuti perché il reddito non è sufficientemente basso e che peraltro si trovano a pagare rette consistenti - spiega il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri -. Con il bonus extra che il Comune ha aggiunto a quello regionale abbiamo voluto invertire la rotta di un welfare che sostiene sempre le stesse famiglie: nessuno va lasciato indietro, ma anche chi lavora e contribuisce attivamente alla crescita e al benessere della città ha diritto ad agevolazioni e sostegni alla genitorialità".

L'intervento, risponde alle Linee Programmatiche di Mandato e si colloca in un "quadro di grande attenzione per le politiche familiari, che prevede altri importanti incentivi volti a sostenere la genitorialità ad incentivare di conseguenza la natalità sul territorio", ha spiegato l'assessore all'Istruzione Dorota Kusiak.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.