10 ottobre 2019 - Ferrara, Cronaca

Coming Out Day: l'Arcigay Ferrara rinuncia al patrocinio del Comune

Il Comune dopo avere negato il patrocinio all'evento aveva fatto dietrofront

 

L'evento organizzato in occasione del Coming Out Day dall'Arcigay di Ferrara ha visto negli ultimi giorni alcuni attacchi da parte dell'amministrazione comunale: il Comune aveva negato il patrocinio all'evento e successivamente il sindaco Alan Fabbri ha deciso di dar la propria benedizione all'iniziativa in programma per domani. Dopo la vicenda, l'Arcigay Ferrara ha deciso di rinunciare volontariamente al patrocinio del Comune per l'evento in programma in Piazza Verdi per la giornata internazionale del Coming Out Day.

La causa della discordia legato all'evento è la graphic novel Le semplici cose di Massimiliano De Giovanni, che uscirà il 7 novembre per Feltrinelli e che racconterà del percorso di due ragazzi gay per diventare genitori. 

 

"Apprendiamo dalla stampa le motivazioni con le quali il sindaco Alan Fabbri avrebbe deciso di concedere il patrocinio per l'evento Coming Out Day, - ha dichiarato Arcigay Ferrara - non avendo ricevuto una comunicazione scritta, corredata di motivazioni, come invece avvenuto precedentemente per motivare il diniego.

Rimaniamo però nuovamente stupefatti dalle parole del Sindaco Alan Fabbri che in un virgolettato riportato dalla stampa dice: "Come avevamo richiesto il progetto iniziale è stato ulteriormente dettagliato e in parte rivisto dove andava a toccare temi divisivi come la maternità surrogata"".

Gli organizzatori dell'evento hanno commentato le parole del Sindaco di Ferrara, sottolineando che il progetto non ha subito nessuna revisione: "nella giornata dedicata al coming out non sono mai stati previsti interventi sulla maternità surrogata, nè tantomeno il progetto ha mai contenuto nessun accenno alla maternità surrogata. Tanto più che il motivo del dibattere era legato a uno dei nostri ospiti Massimiliano De Giovanni, il cui intervento rimane libero e non concordato".

"Sebbene non sia nostra intenzione parlare in questa occasione di gestazione per altri, ribadiamo al sindaco Fabbri che questo è un tema che riguarda anche i diritti delle persone Lgbt. È per questo che venerdì 6 dicembre alle 18.00 presenteremo presso Ibs Libraccio il graphic novel Le semplici cose di Massimiliano De Giovanni, di cui avremo, questa volta si, modo di parlare anche della gestazione per altri, perchè riteniamo che non ci siano argomenti censurabili e che anche quando i temi sono divisivi, solo alttraverso il confronto è possibile stimolare il pensiero critico", concludono dall'Associazione.

Per queste motivazione, l'Arcigay Ferrara ha dichiarato che, pur apprezzando il gesto del sindaco Fabbri e senza voler fare alimentare ulteriori polemiche, sceglie di rinunciare al patrocinio del Comune in quanto "l’adesione a un evento non può presupporre forme di censura preventiva. Lo facciamo per rispetto alla nostra associazione, ai nostri associati e ai nostri ospiti e soprattutto per rispetto alla libertà di pensiero ed espressione, principi ai quali non saremo mai disposti a rinunciare".

L'appuntamento, organizzato da Arcigay Ferrara in collaborazione con l'associazione Mayr+ Verdi e con l'adesione di Amnesty International, Udu Ferrara e Link, rimane dunque per domani, venerdi 11 ottobre 2019, dalla ore 18 in piazza Verdi per celebrare il ComingOut Day.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.