6 ottobre 2019 - Ferrara, Eventi

Affettività e sessualità nel mondo della disabilità

“L'ultimo tabù" presentato al Festival Internazionale

Domenica 6 ottobre presso il Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara, con il supporto e la partecipazione della cooperativa CIDAS, nell'ambito del programma del festival Internazionale a Ferrara, si è tenuto l'incontro "Lultimo tabù", per approfondire i temi dell'affettività e della sessualità nel mondo della disabilità.

All’incontro, moderato da Nadia Ferrigo de La Stampa, sono intervenuti Maximiliano Ulivieri presidente del comitato Love Giver per la promozione in Italia della figura dell’assistente sessuale per le persone disabili, Fabrizio Giorgeschi, psicologo, e Aurelio Zenzaro, educatore per la disabilità di CIDAS. 

Come emerso dall'incontro, al centro del lavoro di CIDAS ci sono sempre i diritti di cura e i bisogni degli ospiti e delle loro famiglie, per questo è importante affrontare anche tematiche considerate tabù, ma dalle quali non si può prescindere se si ha l'obiettivo del benessere psicofisico delle persone di cui ci si prende cura. 

 

CIDAS è nata nel 1979 dalla volontà di un gruppo di famiglie di ragazzi con disabilità, che si è associato per fornire servizi a loro tutela. 
Oggi, 40 anni dopo, si è ulteriormente specializzata nella cura della disabilità con 7 strutture fra centri socio riabilitativi residenziali e diurni, e un centro socio occupazionale. Nel tempo la cooperativa si è sviluppata ed attualmente offre anche servizi socio sanitari per anziani, attività educative per l’infanzia e l’adolescenza, fornisce trasporto sanitario, gestisce servizi rivolti all’accoglienza ed integrazione dei migranti, si occupa di mediazione sociale ed inclusione lavorativa, in Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.