9 luglio 2019 - Ferrara, Cronaca

“Mi sento in pericolo”, ex guardia giurata viaggiava armata in treno

L’uomo bloccato dalla Polizia ferroviaria

Sabato pomeriggio la Polizia Ferroviaria di Ferrara, su segnalazione dei colleghi di Venezia Santa Lucia, ha fermato un viaggiatore classe 1978, armato di pistola con colpo in canna e due caricatori riforniti di 29 cartucce ed altre venti in un sacchetto di plastica, che a bordo del treno regionale veloce 2241 (VE=BO) transitava dalla stazione ferroviaria estense alle ore 17.13.

 

"Gli Agenti intervenuti - spiega la Polizia - constatavano che il soggetto, diretto verso la Puglia, ex guardia giurata presso la Stazione di Venezia Santa Lucia per conto di un Istituto di vigilanza privata il cui rapporto di lavoro era terminato lo scorso 1° luglio, versava in forte stato confusionale e persecutorio; alla pattuglia che lo aveva appena intercettato con tutte le dovute cautele, dichiarava di aver portato con sé un’arma per difendersi perché si sentiva in pericolo; una volta portato alla calma, consegnava il suo marsupio con all’interno l’arma e due caricatori.

 

Il passeggero veniva tranquilizzato con l’ausilio di due equipaggi delle Volanti della Questura e accompagnato presso gli Uffici della Polfer di Ferrara, ove gli operatori di Polizia sequestravano la pistola comune da sparo marca Beretta con colpo in canna con due caricatori riforniti di cartucce ed altre cartucce per un totale di 50 colpi 9x21 e lo denunciavano per porto abusivo di arma comune da sparo.

 

Il soggetto -  conclude la Polizia - veniva accompagnato presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Cona (FE), per accertamenti sanitari".

 

 

 

 

Tag: polizia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni