2 ottobre 2018 - Ferrara, Eventi

"Il teatro delle differenze”

Festival Internazionale a Ferrara

Nell’ambito della sezione Unife del festival Internazionale a Ferrara 2018, Balamòs Teatro con il sostegno del Centro Teatro Universitario di Ferrara, il Coordinamento Nazionale di Teatro in Carcere, l’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e la rivista “Teatri delle Diversità”, organizza un incontro dal titolo: “il teatro delle differenze – teatro nelle scuole, teatro in carcere, teatro e disagio”. L’appuntamento intende fare luce su alcune esperienze di teatro nel sociale attraverso le testimonianze di alcuni operatori e il confronto con il pubblico presente. La giornata si aprirà con i saluti da parte di Giuseppe Lipani (Centro Teatro Universitario di Ferrara), la presentazione della mostra fotografica di Andrea Casari dai progetti di teatro nel sociale di Balamòs Teatro, la presentazione del progetto teatrale “Sguardi Diversi” da parte di Massimo Maisto (vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Ferrara), Marino Pedroni (direttore del Teatro Comunale di Ferrara), Anna Bazzanini (preside della scuola secondaria di I° grado T. Tasso di Ferrara) e la proiezione del video documentario di Marco Valentini “voci e suoni da un’avventura leggendaria” dal progetto teatrale “Sguardi Diversi” di Balamòs Teatro alla scuola secondaria di I° grado “T. Tasso” di Ferrara. Seguirà un incontro pubblico nel quale Valeria Ottolenghi (Associazione Nazionale dei Critici di Teatro), dialogherà con Cira Santoro (Associazione Teatrale Emilia Romagna, Circuito Multidisciplinare), Bruno Stori (attore, regista e drammaturgo), Federica Zanetti (Università di Bologna, Didatica e Pedagogia Speciale), Michalis Traitsis (regista e pedagogo teatrale di Balamòs Teatro).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.