10 agosto 2018 - Ferrara, Cronaca

Meis, la visita dell'assessore regionale al Turismo

Andrea Corsini ha visitato anche l'esposizione "Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni"

"Quello del MEIS è un percorso straordinario, una mostra davvero affascinante anche dal punto di vista emozionale. Racconta una vicenda millenaria, a tratti penso sconosciuta alla maggior parte degli italiani, e può rappresentare un forte elemento di attrazione a Ferrara, in grado di arricchire l'offerta di turismo culturale della nostra regione".

Così Andrea Corsini, Assessore al Turismo e al Commercio della Regione Emilia-Romagna, al termine della sua visita, il 9 agosto, al Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah - MEIS.

Accompagnato dal Direttore del Museo, Simonetta Della Seta, e dal Vicesindaco del Comune di Ferrara, Massimo Maisto, Corsini ha assistito allo spettacolo multimediale "Con gli occhi degli ebrei italiani", che in ventiquattro minuti ripercorre duemiladuecento anni di storia e cultura della Penisola attraverso lo sguardo degli ebrei italiani, e si è soffermato nelle sale del percorso espositivo "Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni": una narrazione originale dell’unicità della presenza ebraica in Italia, dalla sua formazione in età romana al Medioevo, e di come abbia costruito la propria peculiare identità, anche rispetto ad altri luoghi della diaspora, tra stagioni di convivenza e interazioni feconde e altre di intolleranza e persecuzioni.

Insieme al Giardino delle Domande, che aiuta a comprendere le regole della normativa ebraica sull’alimentazione, l'installazione e il percorso espositivo sono aperti al pubblico dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00.

 

Nell'immagine: l'Assessore Corsini, con il Vicesindaco Maisto e il Direttore Della Seta.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.