5 luglio 2018 - Ferrara, Cronaca

Sicurezza, continuano i servizi straordinari della Polizia

Nelle aree più interessate da fenomeni di criminalità

Nel pomeriggio della giornata di ieri, sono stati organizzati dalla Polizia di Stato nelle aree del capoluogo più interessate da fenomeni di criminalità, dei servizi straordinari con controlli estesi anche nei pressi di esercizi commerciali. I servizi hanno visto la collaborazione di tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna Orientale di Bologna e di una unità cinofila antidroga della Questura di Bologna. Nel corso del servizio sono stati sequestrati grammi 32,269 di marijuana e 11,166 di hashish, identificate 30 persone di cui 9 di nazionalità straniera, una persona accompagnata in ufficio perché sprovvista di documenti, effettuati 2 posti di controllo durante i quali sono stati verificati i documenti di circolazione di 16 veicoli e dei loro occupanti e sottoposti due individui a perquisizione personale finalizzata alla ricerca di armi. In particolare in Via Terranuova venivano fermati due soggetti - uno di nazionalità marocchina -, i quali avevano attirato l’attenzione degli Agenti di una pattuglia in quanto alla vista della loro auto, dopo essersi scambiati cenni d’intesa cercavano di allontanarsi il più in fretta possibile. Pertanto, una volta fermati venivano sottoposti a perquisizione, la quale dava esito positivo per uno di loro trovato in possesso di grammi 11,166 di hashish. Dopo averlo accompagnato in Questura, per risalire alle sue esatte generalità in quanto privo di documenti, è stato sanzionato amministrativamente per il possesso dello stupefacente che veniva sequestrato. Inoltre il controllo dell’Unità Cinofila portava al ritrovamento nei giardini di Viale IV Novembre di due involucri contenenti g. 30,127 di marijuana e altri g. 2,142 di stupefacente della medesima qualità in viale Belvedere angolo Corso Porta Po.

Infine nella serata di ieri, la pattuglia dell’E.I. fermava in P.le Stazione un cittadino marocchino cl.1962, senza fissa dimora. Non avendo documenti al seguito i militari richiedevano l’ausilio di una Volante che prelevava l’uomo e lo accompagnava in Questura per le procedure di identificazione. A conclusione degli accertamenti l’uomo risulta aver disatteso ad un ordine di allontanamento dal territorio italiano e pertanto veniva messo a disposizione del personale dell’Ufficio Immigrazione per l’espulsione dall’Italia e rimpatrio nel paese d’origine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag: polizia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.