18 giugno 2018 - Ferrara, Cronaca

Irregolarità amministrative, sanzionato locale

A Ferrara

Continua l’attività di vigilanza e contrasto dell’illegalità sulle attività commerciali, sui locali di intrattenimento e sui circoli privati, posta in essere dal Questore di Ferrara sia nel comune capoluogo che negli altri centri della provincia anche per contrastare fenomeni di ordine pubblico che possono verificarsi in relazione all’attività e alla frequenza dei pubblici esercizi.

Nella serata di ieri, 17 giugno 2018, è stato effettuata una attività di controllo presso un locale con sede in Ferrara via Modena 183/a. Le attività sono state compiute dagli operatori della Divisione Amministrativa della Questura di Ferrara in collaborazione con Reparto Mobile di Padova, Unità Cinofile della Polizia di Stato di Bologna, Squadra Mobile di Ferrara, Polizia Scientifica, Ufficio Immigrazione, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, A.S.L.-Servizio Igiene Pubblica, Vigili del Fuoco, per gli aspetti di specifica competenza.

Le attività di controllo sono terminate disponendo nell’immediato la chiusura del locale per la serata del 17 giugno per irregolarità relative all’autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande, mentre proseguono gli approfondimenti sugli esiti delle attività compiute dai componenti del gruppo di lavoro al fine dell’adozione dei conseguenti ulteriori mirati provvedimenti.

Con riferimento agli esercizi di via Ortigara per i quali è stata richiesta l’irrogazione della sanzione prevista dall’articolo 100 TULPS, considerato che l’adozione dei provvedimenti del Questore deve avvenire nel pieno rispetto delle disposizioni di legge, è stata inoltrata agli enti proponenti una richiesta di integrazione della documentazione prodotta, al fine dell’acquisizione di ulteriori e più dettagliati riscontri. Per consolidata giurisprudenza amministrativa, infatti, i provvedimenti di chiusura ex art. 100 TULPS debbono essere suffragati da idonei e comprovati elementi a riscontro, per rendere il provvedimento giuridicamente inattaccabile sia in sede di ricorso gerarchico al Prefetto della Provincia sia innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale competente, ottenendo così un risultato concreto che possa consentire una maggiore tranquillità ai cittadini ed impedire il verificarsi di episodi di illegalità come quelli avvenuti negli ultimi anni.

I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni, d’intesa con la Polizia Municipale e con tutti gli altri uffici interessati, affinchè vengano adempiute tutte le prescrizioni formulate dall’Autorità per la conduzione delle attività commerciali sottoposte a controllo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.