18 aprile 2018 - Ferrara, Cronaca

Lavori al ponte sul Po, ecco cosa cambia

Incontro nella sede dell'Anas, opere al via il 21 maggio con la chiusura al transito. Le agevolazioni per gli utenti

Mercoledì 18 aprile nella sede Anas di Bologna, si è tenuto un incontro alla presenza dei responsabili di Anas, società Autostrade per l'Italia, Regioni Emilia Romagna e Veneto e i Comuni di Ferrara e Occhiobello, è spiegato in una nota stampa.

Anas ha confermato la partenza dei lavori al ponte sul Po con la chiusura totale del transito dal 21 maggio 2018. Inoltre sono state confermate sia la riduzione a 4 mesi dei lavori rispetto ai 7 mesi contrattualmente previsti sia il fatto che Anas si farà carico dei maggiori costi necessari a compensare le lavorazioni eseguite su tre turni (h24) e continuativamente, 7 giorni su 7.
La Società Autostrade ha da parte sua confermato la disponibilità a concedere agevolazioni nella tratta compresa tra i caselli di Ferrara nord e Occhiobello. Grazie alla disponibilità finanziaria per ora garantita dagli enti territoriali (in attesa del sollecitato incontro con il Ministero delle Infrastrutture) si prevede la gratuità del pedaggio autostradale nella sola tratta con origine-destinazione tra i caselli di Ferrara Nord e Occhiobello in ambedue le direzioni e unicamente agli utenti dotati o che si doteranno di telepass. Le due Amministrazioni comunali hanno confermato la disponibilità a attivare punti di distribuzione di Telepass (con canone gratuito per 6 mesi) presso i propri Uffici Relazione con il Pubblico (Urp), con modalità e tempi che saranno a breve comunicati.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi