17 aprile 2018 - Ferrara, Comacchio, Cronaca

Carabinieri, interventi sul territorio

Un arresto per furto aggravato di energia elettrica

Prosegue l'impegno dei Carabinieri per la sicurezzae la legalità sul territorio. A Ferrara nel corso del pomeriggio di ieri, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno eseguito una ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Ferrara nei confronti di un uomo, nato in Romania nel 1982, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, spiega l'Arma in una nota. Il Tribunale, concordando con le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri nei confronti dell’uomo, emetteva il descritto provvedimento per i reati di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale, commessi a Ferrara nel corso della nottata del 15 aprile allorquando lo straniero veniva bloccato e quindi già tratto in arresto in flagranza poiché, al fine di eludere un controllo in via Boiardo, sferrava calci e pugni nei confronti dei militari dell’Arma e la cui successiva perquisizione personale consentiva di rinvenire, e sequestrare occultati in due zaini, materiale di sospetta provenienza furtiva (capi d’abbigliamento vari, portafogli e borse dotati di cartellino con prezzo, occhiali da sole, prodotti cosmetici) nonché attrezzi atti allo scasso (un tagliaunghie ed una chiave inglese). L’arrestato, dopo aver trascorso una notte in camera di sicurezza, è stato poi tradotto presso la Casa Circondariale di Ferrara.

Verso le 13 di ieri a Comacchio in località Lido Nazioni, in un camping della zona, militari della Stazione Carabinieri di Lido Estensi intervenivano in supporto a personale della Stazione Carabinieri Forestale di Comacchio deferendo in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, per il reato di permanenza illegale nel territorio dello Stato in presenza di un nuovo ordine di allontanamento, un giovane tunisino classe 1995, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato il quale, all’atto del controllo, risultava gravato da un ordine di espulsione del Questore di Venezia.

Nel corso della mattinata di ieri a Portomaggiore, a conclusione di mirati accertamenti, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia Carabinieri deferivano in stato di libertà alla Procura di Ferrara un uomo pakistano classe 1979 in quanto, a seguito di un controllo, risultava sprovvisto della carta di soggiorno.

Inoltre, nella giornata di ieri a Berra i militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto per furto aggravato di energia elettrica un italiano classe 1981, pregiudicato. A seguito di un controllo presso la sua abitazione, operato dai militari della locale Stazione unitamente a tecnici, è stato appurato, spiega la nota dell'Arma, che l’uomo aveva allacciato abusivamente il proprio contatore (che risultava dismesso dal 2015) alla rete pubblica di fornitura di energia elettrica. Il danno ammonta a circa 5.000 euro.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.