7 marzo 2018 - Ferrara, Cronaca

Tentati furti, gli interventi della Polizia

Varie denunce

Nella giornata di ieri le Volanti della Polizia di Stato in servizio di controllo del territorio hanno denunciato quattro persone responsabili a vario titolo del reato di tentato furto, spiega la Questura in una nota. In particolare è stato indagato in stato di libertà un cittadino tunisino classe 1991 il quale è stato riconosciuto dagli agenti come il responsabile del tentato furto al Nido d’Infanzia di Via Arginone nella notte del 26 febbraio scorso. In quella circostanza, dopo aver forzato la porta d’ingresso della struttura si era introdotto al suo interno, dandosi però alla fuga all’arrivo degli operatori e riuscendo a far perdere le proprie tracce fino al primo pomeriggio di ieri quando dagli stessi agenti lo vedevano circolare in questa via Leati. Bloccato, veniva denunciato in quanto non più presente lo stato di flagranza. Inoltre il soggetto estraeva dalle tasche 2,173 grammi di marijuana detenuta per uso personale. Lo stupefacente veniva sequestrato ed il nordafricano segnalato alla locale Prefettura. Altra denuncia, prosegue la Questura, per la sottrazione indebita di capi di abbigliamento per un valore di euro 230,00 presso un negozio del centro commerciale “Il Castello”. In questo caso la responsabile, una signore residente in città, la quale tentava di uscire con la merce occultata all’interno della propria borsa facendo entrare in funzione l’allarme antitaccheggio. Veniva quindi fermata dall’addetto alla vigilanza e consegnata agli Agenti al loro arrivo. Sono infine stati denunciati due cittadini italiani residenti in città ed entrambi classe 1998 i quali venivano sorpresi da un equipaggio nella scorsa notte (ore 03.30 circa), mentre percorrevano via Bologna, intenti a trasportare tre biciclette, una portata a spalla e le altre due spinte. Fermati, inizialmente fornivano giustificazioni poco credibili, infine ammettevano di aver rubato i velocipedi, venendo quindi deferiti alla competente A.G.

 

Ieri, nel pomeriggio, personale della Polizia di Stato, in esecuzione al provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Ferrara, dopo la convalida della competente A.G., ha accompagnato alla frontiera aerea di Bologna ed imbarcato su aeromobile diretto nel paese d’origine, un cittadino marocchino in Italia in condizione di clandestinità già condannato negli anni 2013 e 2014 per reati contro il patrimonio.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.