13 ottobre 2017 - Ferrara, Cronaca

Resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, arrestato un giovane

Intervento dei Carabinieri

Ancora un intenso lavoro per i Carabinieri sul territorio. Nel corso della notte tra mercoledì e giovedì, a Ferrara, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia traevano in arresto, nella flagranza dei reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, un giovane nigeriano  classe 1997, in Italia senza fissa dimora e richiedente asilo. Il ragazzo, nel corso di un controllo eseguito in via Cassoli, si rifiutava di fornire le proprie generalità colpendo con calci e pugni i militari operanti. Nel corso dei fatti, uno dei militari cadeva a terra riportando lievi lesioni. L’arrestato veniva quindi tradotto presso la camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Copparo in attesa del giudizio con rito direttissimo, spiega l'Arma in una nota stampa.

 

 

Nel pomeriggio mercoledì a Poggio Renatico, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato per evasione un italiano classe 1953, nullafacente pregiudicato. L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria residenza, veniva sorpreso dai Carabinieri mentre passeggiava tranquillamente a piedi per il centro del paese. L’arrestato veniva quindi tradotto presso la Casa Circondariale di Ferrara.

 

 

 

Mercoledì a Berra  i militari della locale Stazione Carabinieri, a conclusione di una mirata attività d’indagine, deferivano alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di maltrattamenti in famiglia un uomo di un'altra località  il quale, a seguito della querela sporta dalla convivente di un anno più giovane, risultava responsabile di una serie di comportamenti, consistiti in aggressioni verbali, minacce ed impedimenti (anche nei rapporti tra il loro figlio minorenne ed i genitori della convivente) posti in essere dallo scorso mese di aprile ad oggi.

 

A Copparo , i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica di Ferrara per guida in stato di ebrezza alcolica un uomo italiano classe 1977 il quale, controllato in via Galvani alla guida della propria autovettura, sottoposto ad accertamento con etilometro risultava in stato di ebbrezza alcolica con valore molto elevato. La sua patente di guida è stata ritirata.

 

 

 

Nella giornata mercoledì i militari della Stazione Carabinieri di Codigoro, a conclusione di mirati accertamenti, deferivano alla competente Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebrezza alcolica un uomo italiano classe 1971 il quale, sottoposto ad un controllo a bordo del proprio veicolo dopo essere rimasto coinvolto in un sinistro stradale con feriti lo scorso 3 ottobre risultava, a seguito dei successivi accertamenti sanitari, avere un tasso alcolemico molto elevato (pari ad 1.82 g/l).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.